maturità 2021

LATINA- Occhi colmi di speranze e aspettative per il futuro: i primi giovani maturandi di Latina si reputano soddisfatti della prova di quest’anno. In tanti sono accorsi ad assistere agli esami dei loro compagni e, in questo modo, hanno placato le loro preoccupazioni. “L’esame è semplice da affrontare, l’unico aspetto negativo è la preparazione in Dad“.

Esami di maturità 2021: l’esperienza dei primi maturandi di Latina

Esame in presenza per Anna, Elena e Khouloud. Le giovanissime maturande dell’I.T.S. “Vittorio Veneto – Salvemini” di Latina ci raccontano l’esperienza degli esami di maturità 2021. Nessuna prova scritta, esattamente come lo scorso anno: l’esame consiste in un colloquio “rinforzato” anche chiamato maxi orale. Dunque, una prova orale che parte dalla discussione di un elaborato, il cui argomento è stato assegnato alle studentesse e agli studenti dal Consiglio di classe entro lo scorso 30 aprile. I ragazzi hanno avuto un mese per poterlo sviluppare e curare approfonditamente.

Dopo la discussione dell’elaborato, il colloquio prosegue con l’analisi di un testo letterario nell’ambito dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana. Seguono le domande dei professori.

C’è spazio per l’esposizione dell’esperienza svolta nei PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento). I candidati, nel corso del colloquio, dimostrano di aver maturato le competenze e le conoscenze previste nell’ambito dell’Educazione civica.

Esami di maturità in sicurezza: le norme Covid e la didattica a distanza

Arianna e Aurora questa mattina hanno conseguito la maturità presso il Liceo Classico Statale Dante Alighieri, ci raccontano della difficoltà della didattica a distanza. La preparazione degli studenti non è paragonabile agli scorsi anni, in cui le lezioni erano tenute in presenza e la soglia di attenzione degli studenti era altissima.

Le difficoltà della Dad sono molteplici, dall’ambiente domestico, vissuto in maniera differente rispetto a quello scolastico, mantenere la concentrazione davanti ad un computer non è facile, fino ad arrivare alle difficoltà di connessione riscontrate da una buona parte degli studenti.

Anche gli esami di quest’anno si sono svolti nel totale rispetto delle norme anti-Covid. Gli studenti ci raccontano che sono previsti 2 metri di distanza fra candidato e commissione, un solo accompagnatore per ogni studente, l’utilizzo di una mascherina chirurgica. In caso di quarantene (anche dei commissari) o lungodegenze è ammesso l’esame in videoconferenza: anche lo studente positivo al Covid potrà chiedere di svolgerlo in via telematica, eventualmente chiedendone lo spostamento.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.