Casa di riposo come una gabbia.7 arresti per maltrattamenti a Roccagorga

313

RICCAGORGA – Operazione “Gabbia” da parte dei carabinieri del Nas che hanno arrestato sette persone accusate di maltrattamenti in una casa di riposo per anziani,situata a Roccagorga.La struttura è stata sequestrata.
“L’indagine – si legge in una nota del Nas di Latina, ha posto fine a una prolungata serie di maltrattamenti e sequestro di persona perpetrati ai danni di un’anziana ospite della citata struttura ricettiva.
L’attività – avviata dal NAS Carabinieri di Latina nell’agosto 2017 e che ha preso le mosse dalla denuncia presentata dai familiari dell’anziana – ha avuto i propri punti di forza nell’utilizzo di specifiche attività tecniche, quali intercettazioni telefoniche, ambientali ed audio/video, che hanno consentito di cristallizzare i reiterati e significativi episodi di autoritarismo e violenza perpetrati, dal titolare e dalle operatrici della Comunità Alloggio per Anziani, ai danni di una donna“non autosufficiente”. Tra le tante vessazioni, hanno assunto un particolare rilievo le modalità di sistematico contenimento fisico, praticamente ristretta nel solo spazio della propria branda. Grazie all’applicazione di sbarre metalliche sul letto, infatti, era stata realizzata una vera e propria “Gabbia”, da cui il nome dell’operazione.
Si accertava – continuano i carabinieri – che l’anziana ospite era stata più volte chiusa a chiave all’interno della propria stanza, peraltro priva di servizi igienici. Oltre a tali gravi limitazioni della libertà personale, la malcapitata – alla quale venivano spesso tirati i capelli – veniva anche schiaffeggiata, strattonata e pesantemente ingiuriata. L’attività del NAS Carabinieri si è svolta sotto la direzione e il coordinamento della Procura della Repubblica di Latina, nella persona del Sostituto Procuratore della Repubblica, Simona Gentile.
Le ordinanze – per la cui esecuzione il NAS Carabinieri di Latina è stato coadiuvato, nella fase operativa, da personale del Comando Tutela Salute e del Comando Provinciale di Latina – sono state emesse dal G.I.P. del Tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone, che ha altresì disposto il sequestro preventivo dell’intera struttura oggetto di indagine e il contestuale trasferimento degli anziani ospiti presenti nel corso delle operazioni. I provvedimenti restrittivi hanno interessato i Comuni di Roccagorga (LT), Maenza (LT) e Sezze (LT) e sono stati eseguiti nei confronti del titolare della struttura, della moglie e di ulteriori 5 Operatori socio sanitari,di cui tre di nazionalità rumena, che a vario titolo si sono resi responsabili dei reati contestati”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.