Restaini (FI): l’Azienda Vola chiude la mensa scolastica e succede il caos

271

ROCCAGORGA – “Oggi l’improvvisazione e l’arroganza di chi sgoverna questo paese ormai da due anni, ha superato ogni limite.” Così in una nota asserisce Lubiana Restaini, Capogruppo di Forza Italia presso il Comune di Roccagorga. “Nonostante la scuola avesse avvisato il Direttore dell’Azienda già dai ieri sera delle positività al covid di operatori e insegnanti della materna Salcani, il Direttore, incompatibile a tale ruolo, improvvisato sporzionatore di pasti nelle scuole senza alcuna tutela igienica e di prevenzione per i bambini, senza esami obbligatori in violazione del piano di autocontrollo, non avvisa le dipendenti dell’azienda e tramite WhatsApp in avanzata mattinata avvisa la scuola  della chiusura della mensa.  Intanto i genitori ignari, hanno accompagnato i propri figli a scuola, o li hanno fatti salire sul pulmino, e sono stati richiamati di corsa alle 11,35 per andare a riprendere i bambini a scuola per la chiusura …e quarantene obbligatorie! Vergognatevi tutti!!! Mamme e papà che hanno dovuto attrezzarsi di corsa, prendere permessi dal proprio lavoro, per le incapacità organizzative di chi è preposto e ben pagato! Al richiamo dei funzionari della scuola alle operatrici della cucina del perchè fossero presenti in cucina, la risposta è stata semplice: nessuno ci ha informato.  Pasti buttati per circa 50 presenze nelle scuole, danni e spreco che si aggiungono ai disagi. Chi paga per questo?? Le famiglie purtroppo, i bambini disorientati, i cittadini avviliti da tanta approssimazione e incuria. Interlocuzione tra azienda e scuola pari a zero, l’assessore al ramo non pervenuta, il direttore si difende con la reprimenda della scuola con una vaga e falsa assenza di numeri telefonici dei propri dipendenti!!!! Da non credere, direzione senza bussola.  Assenza di un piano di trasporto degli alunni in sicurezza, assenza di protocollo anticovid per la scuola…..cosa dobbiamo ancora aspettarci? La vendita della farmacia a privati? Lo smembramento dell’Azienda per favorire ditte amicali? Cooperative fantasma a cui si vorrebbero subappaltare servizi, inducendo il personale a transitarvi a fronte di guadagni più lauti? E i sindacati che fanno? Dopo 2 mesi dall’ultimo stipendio sono sul piede di guerra!!! Ma è così che si tutelano le 50 famiglie dei dipendenti? Colpevoli silenzi di fronte a tante chiare disparità di trattamento, colpevoli silenzi di fronte a contributi non versati, colpevoli silenzi di fronte a nessuna garanzia di continuità aziendale, criticità evidenziata in tutta la sua gravità dal revisore dei conti dell’Azienda che nel suo parere negativo ad un bilancio ancora non presentato in consiglio comunale, ha messo nero su bianco l’inattendibilità di dati, fatti e circostanze. In questo gioco dell’oca l’amministrazione stazione in maniera permanente nella casella “Tornare indietro” è quello che dovrebbero fare al più presto per il bene della comunità.”


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.