ROCCAGORGA – Si è conclusa con successo e grande partecipazione di pubblico la seconda edizione del Festival Mondiale del Folklore che è andato in scena nella suggestiva cornice della Rifolta, venerdì 5 agosto a Roccagorga.

La manifestazione, inserita nel ricco calendario del Latium Festival, fa parte del progetto “È tempo d’altri tempi. Dalla marittima alla campagna – un viaggio nelle tradizioni e nella musica popolare“, un’iniziativa di festival itineranti che toccheranno giovedì 11 il Comune di Prossedi con lo spettacolo della compagnia artistica AAINJAA – con ritmi afro- colombiani e brasiliani mescolati al funk.

Venerdì 13 agosto, invece, nel Centro Storico di Terrelle – in provincia di Frosinone – andrà in scena il concerto di musica popolare del gruppo dei “Cavesia” dal titolo “Corde, Mantici e Tamburi 2022”.

L’ultima tappa di questo viaggio itinerante si svolgerà il 17 settembre a Maenza, nella piazza del Castello Baronale con “Pizzichi, Mozzichi e Tarantelle” concerto di musica popolare del gruppo I Trillanti. Il progetto è stato realizzato dall’Associazione “Gerardo Restaini” a valere sul bando per la promozione delle iniziative culturali, sociali e turistiche della Regione Lazio.

Entusiasta per il successo della prima serata la Presidente dell’Associazione “Gerardo Restaini”, Lubiana Restaini, che ha guidato le delegazioni degli artisti provenienti dal Brasile, Colombia Uruguay, Georgia, Nuova Zelanda e degli Sbandieratori di Cori in un giro per le strade del paese di Roccagorga, creando un grande coinvolgimenti da parte del pubblico che ha potuto vedere da vicino gli oltre 200 artisti che poi si sono avvicendati sul palco con ritmi e coreografie coinvolgenti e trascinanti.

Emozionata, Lubiana Restaini ha dichiarato: “In questo periodo si parla molto di contaminazioni culturali, e le manifestazioni organizzate dalla nostra associazione sono un appuntamento di approfondimento culturale volto alla valorizzazione della musica e della danza popolare. I nostri partner ufficiali sono la Regione Lazio, l’ANCI con la Consulta dei Piccoli Comuni di cui sono Coordinatrice, del Comune di Roccagorga, Prossedi, Terrelle, Maenza e Fondi. La musica, il canto e la danza popolare sono sicuramente alcune delle più importanti espressioni umane, che ci permettono di comprendere il nostro passato e su cui si fondano le nostre radici. Con la serata che si è svolta venerdì a Roccagorga, abbiamo voluto incoraggiare l’integrazione culturale e artistica di cui sono portatrici le tradizioni. In conclusione ringrazio il direttore artistico e coordinatore del Latinum Festival, Tommaso Ducci e l’amministrazione comunale del Comune di Roccaorga per averci assistito nell’organizzazione con la massima disponibilità“.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.