Le Ferriere di Conca, la chiusura del museo di Satricum non fa decollare il turismo

44

NEL PROGRAMA elettorale illustrato dalla sindaca di latina Matilde Celentano la riapertura dell’importante Museo archeologico di Satricum in località Le Ferriere di Conca era ai primo posti, è ancora chiuso con grave danno per tutta l’economia legata al turismo dell’Agro Pontino. Satricum rappresenta un vero tesoro ma non è mai stato preso in seria considerazione dalle varie amministrazioni comunali che si sono succedute nel capoluogo. Satricum era un’antica città del Lazio, una delle 18 città laziali fondate da Silvio, figlio di Enea. La scoperta risale al 1896 (quando il francese Hector Graillot scoprì sulla collina di Le Ferriere i resti del tempio dedicato alla dea Mater Matuta), ora non è possibile per il pubblico vedere i reperti. Il Museo di Satricum si trova in una cornice d’eccezione, all’interno la ferriera vaticana restaurata, antico impianto industriale nel quale furono costruiti i cerchi di metallo che cingono la cupola di SAN PIETRO. Speriamo bene, Latina aspetta di vedere disponibile il suo gioiello.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteFi-Pi-Li chiusa in direzione Livorno tra Lastra a Signa e Ginestra Fiorentina
Articolo successivoPallavolo Serie A3. Plus Volleyball Sabaudia batte Napoli e ritrova il sorriso e la zona play off
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.