Seminare il Futuro: XII edizione del Festival Internazionale Cerealia

30

Conto alla rovescia per la XII edizione del festival internazionale “Cerealia. La festa dei cereali. Cerere e il Mediterraneo”, che dal 9 giugno al 9 luglio e dal 15 settembre al 31 ottobre 2022 coinvolgerà le regioni Lazio, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Puglia e Sicilia in tutta una serie di eventi sul tema: “Seminare il Futuro: l’Educazione Alimentare e la Sensibilizzazione Ambientale delle Giovani Generazioni” e un focus sugli pseudo cereali (grano saraceno, amaranto, quinoa, chia).

La kermesse, unica nel suo genere, dedicata quest’anno al Regno di Giordania, si aprirà il prossimo 9 giugno a Frascati (RM), nella splendida cornice di Villa Falconieri, con una conferenza organizzata con l’ISMEO e l’Accademia Vivarium novum in cui il dottor Andrea Angelini (collaboratore missioni CNR a Petra e Umm ar-Rasas Kastrum Project in Giordania, sostenuta dal MAECI), parlerà delle Esperienze di tutela e accessibilità per i siti storico- archeologici della Giordania, cui farà seguito il concerto del musicista giordano Tarek Yundi oud, in duo con Francesco Manna riq. Il maestro Yundi terrà poi il 10 giugno un workshop gratuito a Roma sulla musica del Mediterraneo, presso la bella sede dell’INSOR nel quartiere San Lorenzo.

Tra giugno e ottobre più di un appuntamento, nella Capitale e in altre località, sarà ancora rivolto alla Giordania, che tornerà protagonista a novembre per le iniziative in programmazione in occasione della Settimana Internazionale della Cucina Italiana nel Mondo – SCIM/Italian Taste promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e a cui il Festival Cerealia aderisce dal 2018 quale membro permanente del tavolo degli stakeholder. Altre iniziative della SCIM saranno in programma a Shanghai, a cura di PROMOItalia e Comeunamarea APS.

Tra gli appuntamenti inseriti nel fitto calendario del Cerealia Festival, sabato 18 giugno, il Concorso Nazionale per le migliori olive da tavola “Monna Oliva” promosso dall’UMAO ( Unione Mediterranea Assaggiatori Olio), presso la sede dell’ Istituto tecnico Agrario Giuseppe Garibaldi di Roma.

Due le manifestazioni che caratterizzeranno invece il 19 giugno. Protagonisti la Riserva naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile ( in provincia di Rieti) e il Parco Romano – Mercato Contadino di Ariccia.

In programma, nel reatino, un’intera giornata organizzata dalla Riserva e dalle associazioni Arga Lazio e Agroalimentare in Rosa con lezioni aperte sulle bonifiche operate dai Romani, visite guidate ai reperti archeologici e ai campi sperimentali di coltivazione dei cereali con dimostrazioni anche dell’antica tecnica di tintura del guado. Ad Ariccia, invece, lo chef Renato Bernardi con il maestro pizzaiolo Daniele Dolciotti realizzeranno un’agripizza con farine di grani autoctoni del Lazio macinati a pietra e lievitazione lenta, dedicata alla Giordania

In tutto oltre 30 eventi, inclusi quelli in gemellaggio con altri festival e manifestazioni, per dare risalto alla dimensione partecipativa di Cerealia, che ormai da dodici anni valorizza la divulgazione culturale e scientifica, il riallacciare i legami tra territori di produzione e tavola dei consumatori, il riscoprire usi e costumi fondati sul rispetto della terra e dei suoi frutti, il patrimonio culturale materiale e immateriale dell’Italia. In programma visite guidate a siti archeologici, escursioni naturalistiche, degustazioni di prodotti tipici, sostenibili e di prossimità; presentazioni di libri, incontri e conferenze. Diverse iniziative affronteranno e declineranno, in vario modo, il tema guida dell’educazione alimentare e della sensibilizzazione ambientale delle giovani generazioni in occasione dell’Anno Europeo dei Giovani 2022.

Tra le attività internazionali segnaliamo l’evento online Design for co-partecipation and food community engagement, programmato l’11 giugno nell’ambito del primo New European Bauhaus-NEB Festival in collaborazione con The Fork e che vedrà la partecipazione di testimonianze da Italia, Spagna, Portogallo, Marocco e Giordania.

Diversi anche gli appuntamenti di approfondimento scientifico, quale il convegno interdisciplinare in programma a Roma il 27 ottobre, a conclusione del festival e dedicato all’approfondimento degli pseudo cereali (grano saraceno, amaranto, quinoa, chia), promosso da CREA, FIDAF e INSOR.

Il festival internazionale Cerealia – che trae ispirazione dai Vestalia e dai Ludi di Cerere dell’antica Roma – è un progetto transdisciplinare di rete, promosso da sedici organizzazioni (profit e non profit), oltre a numerosi partner pubblici e privati. La manifestazione valorizza lo scambio e l’arricchimento interculturale tra i paesi del Mediterraneo; si propone quale occasione d’interscambio culturale a vari livelli, affrontando tematiche inerenti la cultura, l’alimentazione, l’ambiente, il turismo, la dimensione sociale ed economica. Cerealia è un evento eco-friendly, plastic free.

Il programma, che prevede attività in prevalenza a partecipazione gratuita, è consultabile sul sito www.cerealialudi.org.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.