In occasione della Giornata Nazionale dell’ Albero, il Comando Unità Forestali Ambientali e
Agroalimentari Carabinieri (CUFA) ha previsto, a livello nazionale, una campagna di messa a dimora di piante forestali che vedranno impegnati i carabinieri forestali, istituzioni locali e sociali e soprattutto i giovani delle scuole che contribuiranno a costruire un grande bosco diffuso.

Tale progetto segue una iniziativa tenutasi a Palermo sabato 20 novembre presso l’aula bunker del carcere dell’Ucciardone, dove sono state consegnate agli studenti delle scuole siciliane che hanno aderito al progetto per la legalità ambientale “Un albero per il futuro” le prime 100 “piantine di Falcone”, piccoli esemplari riprodotti da diverse talee del famoso albero simbolo della lotta alla mafia che cresce nei pressi della casa del giudice Falcone assassinato nel 1992.

In provincia di Latina lunedì 22 novembre, in diverse località con il coinvolgimento di alcuni istituti scolastici, Enti locali o Associazioni verranno messe a dimora piantine forestali per contribuire alla realizzazione del citato progetto.

Le piantine messe a dimora, fornite dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, saranno
corredate da una fascetta con QR CODE che ne consentirà la geolocalizzazione e il conseguente inserimento nel portale www.unalberoperilfuturo.it. L’obiettivo dell’iniziativa si propone di mettere a dimora mille esemplari contemporaneamente in altrettante località del territorio nazionale.

Nella provincia di Latina l’iniziativa sarà posta in essere presso gli Istituti comprensivi nei comuni di Latina ( Scuola Rodari), Norma (Istituto Don Cassoni), Priverno (San Tommaso), Itri (Ist. Comprensivo), Sabaudia ( Ist. Giulio Cesare B.go Vodice), Cisterna (Ist. Vanda Volpi), Lenola (Ist. Giovanni XXIII^), Minturno (Ist. Antonio Sebastiani), Fondi (Ist. Comprensivo Amante).

Mentre il Comune di Sezze ha aderito all’iniziativa individuando per la messa a dimora delle piantine l’area antistante il piazzale della Rimembranza. Gli studenti degli Istituti che aderiscono all’iniziativa potranno verificare i progressi su una mappa digitale che individuerà i luoghi in cui sono stati piantati gli alberi e nel corso degli anni testimonierà il risultato concreto dell’impegno degli studenti e dei Carabinieri Forestali per aumentare la superficie verde e il conseguente assorbimento di anidride carbonica.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.