Il generale Roberto Vannacci sarà a Livorno sabato prossimo

L'autore del controverso libro "Il mondo al contrario" sarà in via Grande insieme al consigliere comunale Andrea Romiti per raccogliere adesioni al suo comitato

256

LIVORNO – Contro le occupazioni di alloggi sfitti da parte dei senza tetto, contro le proteste degli ambientalisti, contro la genitorialità degli omosessuali, il generale dell’esercito italiano Roberto Vannacci, 55 anni nato a La Spezia, al suo attivo le missioni in Iraq, Somalia, Libia e Afghanistan, autore del discussissimo libro “Il mondo al contrario” uscito la scorsa estate e messo all’indice da tutta la sinistra italiana e da una parte della destra a causa dei suoi contenuti, sarà presente a Livorno con un gazebo il prossimo sabato 13 aprile in via Grande angolo via della Madonna dalle 10 alle 12. Ad accompagnarlo il consigliere comunale Andrea Romiti, ex capogruppo di Fratelli D’Italia, oggi nel gruppo misto, coordinatore di zona del comitato che dal titolo del libro del generale prende il nome. Vannacci insieme a Romiti e gli altri coordinatori, raccoglierà le adesioni e regalerà il suo libro ai nuovi iscritti.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteBlue Forum – Acampora inaugura la “Giornata Nazionale del Mare” con il Ministro Musumeci
Articolo successivoRubano costumi da bagno in un negozio, ragazzi graziati dal titolare e dai carabinieri
Divento giornalista pubblicista nel 2012 lavorando per Il Tirreno per quattro anni e mezzo nella redazione della cronaca di Livorno, in seguito faccio varie esperienze personali sempre volte ad accrescere la mia esperienza professionale. Ho collaborato con più di un giornale on line, guidandone alcuni, ho lavorato come addetto stampa nel campo della politica, dello sport e dello spettacolo, attualmente affianco la professione giornalistica a quella di scrittore.