APRILIA – Aveva coltivato e spacciato 9mila piante di marijuana per canapa light e per questo è stato condannato a 4 anni con l’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti.

La scoperta grazie ad un controllo del territorio effettuato dalla Guardia di Finanza anche con mezzi aerei. Le piante, per circa 10 chili di droa, erano coltivate su un terreno agricolo di 40mila metri quadrati apparentemente adibito alla coltivazione di canapa sativa light. Il quantitativo sequestrato avrebbe fruttato 9 milioni di dosi.

L’imputato aveva tentato di comprovare la legalità della sua piantagione esibendo documentazione contabile relativa all’acquisti di sementi certificati ammessi dalla legge. Tuttavia gli esami di laboratorio avevano rilevato un valore dell’effetto stupefacente 10 volte superiore al limite consentito.

Questa mattina il processo nel quale il pubblico ministero Giorgia Orlando ha chiesto per l’imputato una condanna a quattro anni e mezzo di reclusione, richiesta accolta dal gup.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.