Cultura, Zingaretti : Con Oltre 1,4 MLN diamo nuova vita a 32 dimore e giardini storici del Lazio

24

 

Approvato lo scorrimento di graduatoria dell’Avviso pubblico per la valorizzazione di dimore, ville, complessi architettonici, parchi e giardini del Lazio

 

“Grazie allo stanziamento di ulteriori 580 mila euro, saranno in tutto 32 le dimore e giardini storici, accreditati nella Rete regionale, che sosterremo per lavori di restauro, manutenzione ordinaria e messa in sicurezza che siano in grado di migliorarne l’accessibilità e la fruibilità. In tutto, dunque, mettiamo a disposizione di questi siti straordinari oltre 1,4 milioni di euro grazie ai quali dare nuova vita a luoghi di grande fascino e ricchi di storia, patrimonio fondamentale del nostro territorio di cui tutte e tutti, grazie a questi interventi, potranno godere appieno e in sicurezza”, così il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha commentato l’approvazione dello scorrimento di graduatoria relativo all’Avviso pubblico per la valorizzazione delle dimore, ville, complessi architettonici, parchi e giardini di valore storico e culturale del Lazio.

Con questo ulteriore stanziamento, è stato possibile ammettere a finanziamento i 12 siti che, in prima battuta, erano risultati ammissibili ma non finanziabili per carenza di risorse: 2 in provincia di Frosinone, il Castello Succorte di Fontana Liri e il Parco della Rocca di Torre Colonna di Serrone; uno in provincia di Latina, vale a dire il Palazzo comunale di Ninfa; 3 in provincia di Roma, il Palazzo Baronale Orsini di Anguillara Sabazia, il Museo civico d’arte a Villa De Pisa di Olevano Romano e Villa del Cardinale a Rocca di Papa; 6 in provincia di Viterbo, Palazzo Farnese a Latera, il Palazzo Comunale di Nepi, Palazzo Cecchini Bisoni a Proceno, Villa Savorelli a Sutri, Villa Bruschi Falgari a Tarquinia e Palazzo Farnese a Valentano.

Con questo avviso, i proprietari o gestori dei beni già accreditati nella Rete otterranno contributi fino a 50 mila euro nella misura del 50% delle spese ammissibili per i soggetti privati, del 70% per i soggetti pubblici e del 100% nel caso di piccoli comuni entro i 15 mila abitanti, o per i comuni in stato di dissesto finanziario dichiarato. Tra le spese finanziabili, quelle per esecuzione di lavori, per la progettazione o l’acquisto di attrezzature, allestimenti e arredi. Ammesse anche, per il 5% dei costi complessivi, le spese relative alla promozione e comunicazione del bene e del territorio di riferimento.

I 12 PROGETTI AMMESSI A FINANZIAMENTO CON SCORRIMENTO

Provincia di Frosinone

 

﹣        Castello Succorte (Fontana Liri) – Interventi alla tettoia di copertura.

Contributo regionale: € 50.000

﹣        Parco della Rocca di Torre Colonna (Serrone) – Progetto di Valorizzazione del Parco, adeguamento degli accessi e realizzazione dei percorsi di visita.

Contributo regionale: € 49.782

 

Provincia di Latina

 

﹣        Palazzo Comunale a Ninfa (Cisterna di Latina) – Progetto di valorizzazione e restauro.

Contributo regionale: € 49.899

 

Provincia di Roma

 

﹣        Palazzo Baronale Orsini (Anguillara Sabazia) – Interventi di valorizzazione.

Contributo regionale: € 49.980

﹣        Villa De Pisa, Museo civico d’arte (Olevano Romano) – Valorizzazione degli spazi esterni, restauro dell’Odeion e miglioramento dell’accessibilità.

Contributo regionale: € 50.000

﹣        Villa del Cardinale (Rocca di Papa) – Interventi per la fruibilità, accessibilità, sicurezza e innovazione tecnologica.

Contributo regionale: € 50.000

 

Provincia di Viterbo

 

﹣        Palazzo Farnese (Latera) – Intervento di efficientamento energetico e restauro di un affresco.

Contributo regionale: € 50.000

﹣        Palazzo Comunale (Nepi) – Restauro delle pitture murali della parete est nella sala nobile.

Contributo regionale: € 30.879

﹣        Palazzo Cecchini Bisoni (Proceno) – Intervento di restauro conservativo e manutenzione ordinaria della facciata su Corso Regina Margherita e manutenzione ordinaria facciate laterali ovest.

Contributo regionale: € 50.000

﹣        Villa Savorelli (Sutri) – Recupero dell’area dell’antico giardino all’italiana, posto nella terrazza superiore del grande complesso chigiano, nella zona della piscina quadrilobata. Si tratta del prosieguo di un precedente intervento.

Contributo regionale: € 48.572

﹣        Villa Bruschi Falgari (Tarquinia) – Valorizzazione del complesso architettonico della Villa Bruschi Falgari – Restauro e consolidamento della villa o casino.

Contributo regionale: € 49.978

﹣        Palazzo Farnese (Valentano) – Intervento di manutenzione ordinaria della sala conferenze.

Contributo regionale: € 50.000

 

 

I 20 PROGETTI GIÀ AMMESSI A FINANZIAMENTO

 

Provincia di Frosinone

 

﹣        Palazzo d’Iseo (Anagni) – Intervento per superamento barriere architettoniche mediante realizzazione di un ascensore per il piano nobile, con accesso alla Sala della Ragione, Sala delle Trifore ed altri ambienti del complesso medievale.

﹣        Palazzo Ducale Cantelmo (Atina) – Serie di interventi quali la revisione coperture, il miglioramento energetico dell’impianto termico e la riduzione della dispersione, il miglioramento della sicurezza e fruibilità della rampa per disabili.

 

Provincia di Latina

 

﹣        Ex monastero delle Clarisse (Sezze) – Intervento di restauro e messa in sicurezza delle aperture e pavimentazioni del piano terra, per la restituzione al pubblico del chiostro e giardino dell’ex Monastero, ora proprietà comunale e non fruibile.

﹣        Castello Medioevale (Itri) – Serie di interventi per l’accessibilità del complesso del Castello, tra cui la dotazione di un montascale elettrico per disabili. Revisione e impermeabilizzazione delle superfici ed efficientamento degli impianti.

 

Provincia di Roma

 

﹣        Collegio Innocenziano (Roma) – Restauro conservativo della vasta volta affrescata della Sala Aurora della Biblioteca Pamphiliana, prospicente Piazza Navona. Il ciclo figurativo, che inscena il Trionfo della Divina Sapienza e la gloria del casato Pamphili, è stato realizzato tra il 1667 e il 1672 da Francesco Cozza, attivo anche al Palazzo di Valmontone.

﹣        Villa Versaglia (Formello) – Messa in sicurezza e restauro conservativo della cappella Chigi, o chiesa di S. Francesco di Sales, tra le strutture superstiti del diroccato complesso della Villa Chigi detta della Versaglia. La piccola chiesa ha finora mantenuto la copertura a volta, spicca per qualità architettonica e necessita di urgenti restauri.

﹣        Parco di Villa Sciarra, già Villa Belpoggio (Frascati) – Restauro del nicchione centrale del parterre e recupero delle fontane del primo livello nel parco. L’intervento intende recuperare le parti superstiti della decorazione architettonica del giardino all’italiana della villa.

﹣        Palazzo Doria Pamphilj (Valmontone) – Eliminazione dei fattori di degrado, impermeabilizzazione della terrazza superiore e rifacimento di parte delle coperture del palazzo seicentesco. Prosieguo degli interventi di recupero del vasto palazzo seicentesco.

﹣        Complesso architettonico Spazio Colleferro, ex istituto Paolo Parodi Delfino (Colleferro) – Restauro conservativo, manutenzione straordinaria, allestimenti degli spazi e nuova impiantistica per l’archivio storico/centro di documentazione della Città Morandiana. Prosieguo di precedente intervento.

﹣        Villa Morani (Arsoli) – Adeguamento servizio igienico per l’uso disabili. Revisione illuminazione del giardino pensile e piazzale esterno, con lampade d’epoca o artistiche. Ripristino della decorazione originale sulla porta d’ingresso al salone. Revisione infissi.

﹣        Castello di Torre in Pietra – Restauro e risanamento conservativo dei dipinti murali della sala Falconieri e della Sala San Francesco nel piano nobile del Castello (XVII e XVII secolo); contestuale messa in opera di nuova illuminazione anabbagliante a led.

﹣        Castello abbaziale (Civitella San Paolo) – Messa in sicurezza del percorso panoramico della terrazza merlata, installazione di una rampa mobile, manutenzione interna della torre del mastio, adeguamento cartellonistica.

﹣        Palazzo Barberini (Palestrina) – Restauro dipinti e valorizzazione della collezione dei materiali liturgici della Cappella e sacrestia della Chiesa di Santa Rosalia.

﹣        Palazzo Caccia Canali (Sant’Oreste) – Messa in sicurezza dei cornicioni e realizzazione di una linea vita per la manutenzione delle coperture del palazzo cinquecentesco attribuito a Jacopo Barozzi da Vignola.

 

Provincia di Viterbo

 

﹣        Giardini del Complesso della Rocca dei Papi (Montefiascone) – Riqualificazione e valorizzazione dell’area del giardino all’italiana-parco della Rocca dei Papi. Efficientamento dei corpi illuminanti, interventi di piantumazione, segnaletica informativa accessibile.

﹣        Antica Città di Castro (Ischia di Castro) – Recupero e revisione dei percorsi di visita all’area dell’antica Città di Castro, messa in sicurezza, miglioramento dell’accessibilità. Allacciamento elettrico della struttura di servizio. Prosieguo di precedenti interventi.

﹣        Villa Comunale / Prato Giardino (Viterbo) – Progetto di restauro e risanamento delle mura perimetrali della villa comunale del Prato Giardino, attualmente in parte transennate, per una fruizione in sicurezza dell’area verde e degli accessi.

﹣        Palazzo Chigi Albani (Soriano nel Cimino) – Recupero dell’area dell’antico giardino all’italiana, posto nella terrazza superiore del grande complesso chigiano, nella zona della piscina quadrilobata. Si tratta del prosieguo di un precedente intervento.

﹣        Palazzo Guido Ascanio Sforza (Proceno) – Intervento di efficientamento energetico di infissi esterni e lucernari del palazzo cinquecentesco.

﹣        Castello di Giulia Farnese (Carbognano) – Intervento di messa in sicurezza delle volte e dei soffitti decorati in due sale cinquecentesche gravemente danneggiate nel piano nobile.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.