Fazzone scatenato. Bisogna eleggere persone competenti, Latina così non va. De Meo un riferimento sicuro

116

Teatro D’Annunzio pieno per il comizio di De Meo, candidato di FI alle elezioni europee.

“Siano convinti europeisti, evidenziamo le criticità dell’UE perchè vogliamo migliorarla”. “Come Forza Italia proponiamo un’idea di europa dinamica e in grado di affrontare le sfide più complesse. L’Europa è molto più vicina a noi di quanto possiamo immaginarlo,  ha detto De Meo, tanto che circa l’80 % delle direttive nazionali sono di derivazione comunitaria. Dobbiamo però prendere esempio da altri Paesi, personalizzare di più queste linee per renderle più funzionali al contesto italiano. Forza Italia vuole migliorare l’Europa ed ha le capacità perchè è l’unico movimento politico nazionale a stare nel Partito Popolare Europeo”. Ha preso quindi la parola il sen. Fazzone,  coordinatore regionale di FI, ha ricordato che bisogna governare vicino ai territori. La politica non si fa in parlamento. Dobbiamo candidare le persone migliori e non inviare a Bruxelles chi pensa solo allo stipendio e non ha mai lavorato. Latina lascia a desiderare, non c’è un progetto di città.(Evidente la critica alla giunta Celentano). I giovani stanno troppo attaccati ai cellulari, l’amicizia  si fa  con il dialogo tra le persone, esaltando i valori della fratellanza, non attraverso i like. Occorre ritornare ai valori e dobbiamo candidare le persone migliori per avere città più belle, più organizzate più efficienti. Dobbiamo impegnarci per una società diversa, più umana, più giusta. I nostri padri si sacrificarono in un momento difficile, con pochi soldi riuscirono a far rinascere il Paese. Oggi dobbiamo tornare a quell’esempio per incamminarci verso il futuro, verso traguardi più importanti.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.