Gaudì: a 90 anni dalla sua morte la Sagrada Familia è ancora incompiuta

1062

SAGRADA-FAMILIA-COP

Il  10 giugno 1926 Antoni Gaudì, il più importante architetto spagnolo e uno dei più illustri maestri della storia dell’architettura  perdeva la vita,   proprio davanti alla sua opera più maestosa e ancora incompiuta, la Sagrada Familia.

Oggi , si celebrano i 90 anni dalla  sua morte e, la  ”strana “ morte fu proprio  l’emblema del modo in cui negli ultimi anni conduceva  la sua vita. Gaudí ,che in gioventù aveva frequentato teatri, concerti e dibattiti, passò dall’essere un giovane dai gusti culinari raffinati, a trascurare il proprio aspetto personale, mangiare frugalmente e fuggire dalla  vita sociale per dedicarsi con fervore crescente a un sentimento mistico e religioso.

Morì  investito da un tram , proprio mentre si stava recando  alla Sagrada Familia   e quando intervennero i soccorsi, tutti pensavano fosse un senzatetto, probabilmente ubriaco. Aveva un aspetto molto malandato quell’uomo che giaceva sotto il tram: la giacca troppo grande, i pantaloni logori, le tasche bucate con delle noci e dell’uva passa all’interno, le gambe fasciate per combattere il freddo, molto magro e pallido. Fu portato in un ospedale per indigenti e passò un giorno prima che qualcuno lo riconoscesse.

Aveva 74 anni quando perse la vita nella  sua città, Barcellona, che conserva oggi  la sua eredità più preziosa: le grandi opere  di architettura.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLatina: Furgone della Croce Rossa rubato a Pomezia, trovato in fiamme a Latina
Articolo successivoTentata violenza sessuale su una minore, denunciato un pensionato di Aversa