Il Panathlon Club di Latina e la Fondazione Varaldo Di Pietro presentano la seconda edizione della “Passeggiata del Fair Play e dell’inclusione”

40

Il Panathlon Club di Latina e la Fondazione Varaldo Di Pietro presentano la seconda edizione della “Passeggiata del Fair Play e dell’inclusione” LATINA – E’ in programma sabato 15 ottobre 2022, con inizio alle ore 9,00, “La passeggiata del Fair Play e dell’inclusione”.
L’iniziativa è promossa dal Panathlon Club di Latina, in collaborazione con la Fondazione Varaldo Di Pietro, con l’obiettivo di promuovere la cultura sportiva quale straordinario catalizzatore di valori universali positivi, veicolo di inclusione, partecipazione e aggregazione sociale, con l’obiettivo di un “dialogo sportivo” con la città con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione come gli anziani e le persone con disabilità.
L’evento è patrocinato dal Panathlon International, dal Comune di Latina, dalla Provincia di Latina, dal CONI e dal CIP regionali ed è aperto a tutti coloro (associazioni, società sportive, studenti, singoli cittadini) che vorranno condividere i valori espressi dall’iniziativa.
Latina è l’unica città in Italia e in Europa ad ospitare due monumenti simbolo dei valori dello sport e dell’inclusione: il Monumento al Fair Play, donato alla città dal Panathlon Club di
Latina e dalla Fondazione Varaldo Di Pietro, e il Monumento all’Inclusione dedicato a Eunice Kennedy realizzato e donato a Latina dalla Fondazione Varaldo Di Pietro. La seconda edizione della “Passeggiata” getta le basi di un progetto più ampio: costruire per la nostra città una specifica connotazione di “città dei valori”, e consolidare l’impegno a diffondere e difendere i principi dell’etica sportiva e della totale inclusione.
Il ritrovo è previsto alle ore 9.00 in Via dei Mille a Latina. La partenza avverrà alle 9.30 dal Monumento del Fair Play e, attraverso il centro storico si arriverà al Parco San Marco presso il “Monumento all’inclusione”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteI campioni del basket pontino, Sandro Galeazzi esaltava il popolo nerazzurro
Articolo successivoNeopatentato ubriaco alla guida di un’auto rischia di fare una strage nella zona dei pub
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.