SABAUDIA – Resterà negli annali la partita di volley Plus Volleyball – Shedirpharma Sorrento, disputata domenica scorsa al PalaVitaletti di Sabaudia e valida quale prima giornata del campionato di serie A3 Credem Banca. E non solo nella città pontina. Perché nel suo contesto si è giocato il tie break più lungo della storia della disciplina sportiva. Ben 46 minuti è infatti durata la frazione finale, al termine della quale è maturato il 25 – 27 che ha sorriso agli ospiti campani. Un vero e proprio record.

Nonostante la sconfitta di misura non disprezzabile è stata la prestazione dei padroni di casa, come sottolinea il coach della Plus Volleyball Sabaudia, Leondino Giombini: “Abbiamo perso un’occasione per fare meglio di quanto abbiamo effettivamente fatto, perché, pensando al solo tiebreak, eravamo sopra 12-9 e 12-8, parziali che ci facevano sperare in una fine diversa. Sicuramente ci manca lo spirito per cogliere l’attimo al momento giusto. Nonostante il punto guadagnato, la vittoria effettiva avrebbe certamente galvanizzato gli animi. Credo che però ci sia una cosa positiva: siamo cresciuti nel corso della partita. Dopo il secondo set ci siamo ripresi e questo è buon presupposto su cui riflettere”.

A fargli eco è il centrale Federico Mazza: “E’ stata comunque una buona prestazione da parte nostra. Il feeling con il palleggiatore è senz’altro buono, ci sono alcune difficoltà, che però potremo sicuramente superare. Come prima partita si sono viste buone cose. Ritorniamo martedì al palazzetto con un’altra testa consapevoli del fatto che possiamo toglierci grandi soddisfazioni nel corso di questo campionato”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.