Tra le vittime della tragedia di Firenze c’è un livornese

Si chiama Luigi Coclite, 59 anni residente a Collesalvetti

2020

FIRENZE – C’è un livornese tra i tre morti per il crollo di un pilone di cemento per la costruzione di un supermercato Esselunga avvenuto questa mattina alle 8 e 30 in via Mariti alla periferia di Firenze. Si chiama Luigi Coclite di 59 anni, sposato con due figli, nato a Livorno ma residente a Collesalvetti. L’ultimo bilancio della terribile tragedia parla di tre operai morti, tre feriti, due in codice rosso, uno in codice giallo e tre dispersi. A rischiare, vicino al cantiere, viene segnalato dal presidente della Regione Eugenio Giani, anche un pulmino con bambini a bordo, fortunatamente tutti illesi. Sulle prime si era parlato di una trave di cemento che avrebbe ceduto, poi il crollo si rivelerà di un intero pilone di cemento. La ditta di operai, secondo le prime testimonianze non verificate raccolte sui social, era in subappalto e apparteneva a un gruppo meccanico e non edile ed era senza formazione. Sul posto viene segnalato ancora, circa 50 operai. Presenti per i soccorsi Vigili del Fuoco, unità cinofile e la Pubblica Assistenza. Cigl Cisl e Uil hanno dichiarato due ore di sciopero in solidarietà a partire dalle 17 di oggi, tutti i negozi nel territorio nazionale della catena Esselunga resteranno chiusi nel pomeriggio. Messaggi di cordoglio da tutte le autorità politiche e civili e da parte della presidente del Consiglio Giorgia Meloni.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteLatina si fa bella con il Pinqua
Articolo successivoSi buca in piazza Garibaldi, interviene la Polizia
Divento giornalista pubblicista nel 2012 lavorando per Il Tirreno per quattro anni e mezzo nella redazione della cronaca di Livorno, in seguito faccio varie esperienze personali sempre volte ad accrescere la mia esperienza professionale. Ho collaborato con più di un giornale on line, guidandone alcuni, ho lavorato come addetto stampa nel campo della politica, dello sport e dello spettacolo, attualmente affianco la professione giornalistica a quella di scrittore.