Vertice in prefettura per l’allarme furti nel sud pontino. Più attenzione delle forze dell’ordine per la sicurezza dei cittadini

24

LATINA – In Prefettura si è tenuta una riunione, presieduta dal Prefetto Maurizio Falco, per l’allarme sociale destato da una serie di episodi di furto in alcuni comuni della provincia. All’incontro hanno preso parte i Sindaci di Fondi, Monte San Biagio e Terracina, i Vicesindaci di Castelforte e di Itri, il Questore di Latina, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Latina e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Latina. Il fenomeno denunciato, alimentato non tanto da dati statistici, se non per il Comune di Terracina, quanto dalla crescente preoccupazione per le modalità registrate dei furti – commessi soprattutto all’interno di abitazioni private anche in presenza dei proprietari – rischia di innescare reazioni legate a pericolose forme di autodifesa, che non costituiscono una valida alternativa ai presidi garantiti dalle Forze dell’Ordine e già in atto.

Dall’esposizione della problematica effettuata da parte dei Comuni è emerso come, già sulla base delle prime segnalazioni, siano state avviate interlocuzioni costanti con le Forze dell’Ordine, che, immediatamente, hanno proceduto sia a predisporre un’implementazione dei controlli sui territori interessati, attraverso l’organizzazione di servizi straordinari, che ad intensificare le attività di indagine, i cui esiti sono attesi a breve.

Sul piano dei rimedi, in ogni caso, si è concordato sulla necessità di ottimizzare i flussi informativi tra i Comuni e le Forze dell’Ordine anche attraverso una visione in tempo reale delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza, che consentirebbe interventi più veloci ed efficaci da parte delle Forze di polizia. Si procederà, inoltre, con il coordinamento di questa Prefettura, ad estendere i servizi interforze di “Alto Impatto” anche ai Comuni maggiormente interessati dai reati che suscitano un più accentuato senso di insicurezza nella collettività.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedente12 milioni per la riqualificazione del Nicolosi
Articolo successivoSaranno dieci le assunzioni di Esteem per la gestione dei parcheggi a pagamento