Basket serie A2, la Benacquista Latina impegnata in trasferta a Chiusi

38

UMANA CHIUSI – BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA
PalaPania, Chiusi (Si)
Domenica 23 gennaio, 18.00.
Arbitri: Tirozzi, Saraceni, Marzulli
QUI CHIUSI
Giovanni Battista Bassi (capo allenatore) – “Torniamo a giocare dopo un mese, abbiamo tanta voglia e questa è la cosa più importante, ovvero poter scendere di nuovo in campo dopo settimane difficili per noi ma anche per tante altre squadre. Affrontiamo Latina, una formazione che era in un ottimo momento prima dello stop, che ha inserito un giocatore come Jackson, anche se non potrà giocare domenica, e che vorrà vendicare la partita dell’andata. Noi dovremo cercare di colmare il gap fisico e atletico che ci sarà sul parquet, cercando di avere entusiasmo, energia e passandoci la palla. Abbiamo tanta voglia di cancellare l’ultima brutta prestazione casalinga contro l’Eurobasket”.
Marco Maganza (giocatore) – “Sarà il mio debutto con la maglia di Chiusi e sono molto felice di questo. Arrivo con l’obiettivo di dare il mio contributo e la mia energia al gruppo. Ho tanta voglia di mettermi in gioco e di scendere in campo dopo questo periodo e quindi non vedo l’ora di poter dare una mano ai miei nuovi compagni sul parquet”.
Note – I giocatori colpiti dal Covid si sono tutti negativizzati e sono a disposizione.
QUI LATINA
Franco Gramenzi (capo allenatore) – “Torniamo a giocare dopo più di un mese, e questa è la parte più difficile perché è un tempo molto lungo, anche se è un problema di tutti. É come se partisse un nuovo campionato. Con i problemi creati dal Covid e dagli infortuni si apre una fase nuova e sarà un mese particolare anche nei risultati. Ci attende una serie di scontri difficili, ma rispetto all’andata dovremo cercare di essere bravi nel conquistare più successi”.
Marco Passera (giocatore, capitano) – “Dopo un mese di stop, ripartire e ritrovare il ritmo non è semplice. Farlo in trasferta e su un campo difficile come quello di Chiusi lo rende ancora più complicato. Ciò di buono che abbiamo fatto nell’ultima parte di stagione, al momento è solo un ricordo, nel senso che da dopo Natale abbiamo resettato, siamo ripartiti, ci siamo allenati a sprazzi, abbiamo inserito un nuovo giocatore, ma le difficoltà sono tante. L’ultima sfida risale al 20 dicembre, quindi dopo un mese la condizione fisica, la chimica di squadra sono un grande punto di domanda. La partita di domenica è sicuramente insidiosa, ma proveremo a riprendere da dove avevamo interrotto, perché è una partita importante, ed un’eventuale vittoria ci darebbe una bella spinta per iniziare al meglio il nuovo anno. All’andata Chiusi aveva giocato qui da noi una partita intensa, aveva fatto sempre canestro con buonissime percentuali. Da parte nostra, è stata probabilmente la peggiore prestazione, quindi abbiamo sicuramente desiderio di rivalsa. Anche loro avranno l’incognita della condizione atletica, visto che hanno avuto dei casi di Covid e anche loro tornano a giocare dopo un mese, quindi sarà una partita imprevedibile. Chiusi è una squadra forte, lo sappiamo; in casa nostra non avevamo disputato una buona gara, quindi vogliamo andare lì per giocare una partita di ben altro spessore”.
Note – Latina giocherà con un solo giocatore straniero in virtù della rescissione con Dwayne Lautier-Ogunleye. Il neo acquisto, Darryl Joshua Jackson esordirà nel prossimo turno di campionato.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteChiarato (FdI) vicino ai dirigenti scolastici dopo la strigliata del Sindaco Coletta
Articolo successivoL’ex giocatore e allenatore di basket Maurizio Cocco ora si dedica con successo alla pittura
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.