Era stata definita “la regina dei fotoromanzi”.

Bianca Roccatani – in arte Michela Roc – e’ stata un’attrice molto popolare in Italia, ha preso parte a migliaia fotoromanzi.

A Ponza la conoscevano tutti, ha frequentato assiduamente l’isola dai primi anni sessanta fino a una quindicina di anni orsono.

Michela Roc ha goduto di enorme popolarità in tutta Italia, grazie alla sua attività intensa di attrice nei famosi fotoromanzi edizioni Lancio, ha recitato in ben 1397 occasioni, spesso in compagnia del mitico Franco Gasparri al quale era molto legata. Milioni di copie vendute nelle edicole per una casa editrice di successo.

Bianca ha lavorato anche nel cinema, come comparsa in Cleopatra e nel Gattopardo, nel 1962, giovanissima.

Bianca era nata a Latina nel 1941, figlia di un pittore originario di Priverno e di mamma ciociara, di Sora, terra di attori.

Un giorno – durante una mattinata invernale – molto soleggiata, mi disse: “Paolo, devo scoprire dove sono nata, giriamo per Latina fino a trovare il palazzo”.

Alla fine di lunghe camminate arrivammo in piazza del Tribunale, Bianca affermò: “Sono nata qui, alle case Incis”.

Era proprio così. Un sabato sera ci recammo in compagnia di miei amici al ristorante Punto Loran, al mare. Bianca entrò e successe il finimondo, molti commensali si alzarono per chiederle un autografo.

Non pensavo di avere un’amica così famosa, feci un figurone.

Era molto popolare negli anni settanta. Raccontava spesso: “Mi hanno proposto di candidarmi al Parlamento, non ho mai accettato ma sarei stata sicuramente eletta con largo seguito”.

A Ponza frequentava la spiaggia di Chiaia di Luna, sempre presente alla grotta-bar di Franchino.

Ogni tanto si immergeva, poi passava almeno dieci minuti ad asciugare i biondi capelli con un pettinone di plastica azzurro, sempre quello.

Il suo ristorante preferito era quello di Ciro Parisi, il Miramare, lo raggiungeva a bordo della sua Fiat Uno con cambio automatico che imbarcava sulle navi di Peppe Sigaretta.

Bianca parlava volentieri il dialetto ponzese, quando si recava in vacanza all’Elba cercava i pescatori arrivati lì da Ponza per trovarsi come a casa sua.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.




Articolo precedenteUna domenica più verde e più romantica : riapre Villa Fogliano, ma bisogna rispettare le regole.
Articolo successivoPier Luigi Ensoli, il bomber che non si ferma mai.
Paolo Iannuccelli
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.