Un oro, due argenti e un bronzo: questo il bottino arpionato dalla nazionale azzurra nella seconda ed ultima giornata di finali ai campionati europei di canottaggio senior, pesi leggeri e pararowing 2022, conclusisi ieri sul bacino olimpico del Feldmoching di Monaco.

Ma andiamo in ordine cronologico sulle varie regate disputatesi nella mattinata di ieri
Il primo a scendere in acqua è il singolista leggero Gabriel Soares: buona la prestazione dell’atleta portacolori della Marina Militare Sabaudia che, sin dalle battute iniziali, dà vita ad un acceso duello con i rappresentanti di Grecia e Svizzera, confermando al traguardo il prestigioso secondo posto, alle spalle dell’ellenico, conquistato nella seconda edizione.
1. Grecia 7.21.84, 2. Italia (Gabriel Soares – Marina Militare) 7.24.21, 3. Svizzera 7.31.23, 4. Slovenia 7.35.91, 5. Austria 7.42.90, Bulgaria DNS.

Fuori dal podio, invece, la singolista pesi leggeri Stefania Buttigon che, dopo una eccellente prima parte di gara, cede alla distanza lasciandosi risucchiare dalle avversarie e finendo al quinto posto, alle spalle delle ragazze di Romania, Grecia e Romania, classificatesi nell’ordine.
1. Romania 8.04.41, 2. Grecia 8.09.21, 3. Olanda 8.10.20, 4. Irlanda 8.11.68, 5. Italia (Stefania Buttignon –Fiamme Oro/SC Timavo) 8.16.62, 6. Germania 8.24.81.

Nel quattro con pr3 mix, quarto posto per gli azzurri che si giocano fino all’ultima parte di gara la medaglia di bronzo con la Germania. Le ultime fasi non sorridono all’Italia che alla resa dei conti devono accontentarsi di un non disprezzabile quarto posto.
1. Gran Bretagna 7.06.73, 2. Francia 7.26.06, 3. Germania 7.33.17, 4. Italia (Luca Conti-CR Lago di Pusiano, Greta Elizabeth Muti-SC Olona, Ludovica Tramontin, Tommaso Schettino-CC Aniene, Raissa Scionico-SC Sampierdarenesi-timoniere) 7.43.54, 5. Spagna 7.59.01.

Argento meritato per l’armo di doppio pesi leggeri maschile, a ridosso degli irlandesi vincitori del titolo.
Gli azzurri, trainati da Ruta e Oppo, migliorano il terzo posto conquistato nella scorsa edizione dei campionati, mettendosi alle spalle la arca svizzera.
1. Irlanda 6.34.72, 2. Italia (Pietro Ruta-Fiamme Oro, Stefano Oppo-Carabinieri) 6.38.40, 3. Svizzera 6.39.67, 4. Portogallo 6.40.05, 5. Repubblica Ceca 6.38.40, 6. Ucraina 6.55.54.

Piccola delusione nel doppio pesi leggeri femminile, dove le campionesse olimpiche in carica, Federica Cesarini e Valentina Rodini, non riescono ad andare oltre il gradino più basso del podio, su cui salgono dopo un vibrante testa a testa finale con l’imbarcazione irlandese.
1. Gran Bretagna 7.27.82, 2. Francia 7.33.33, 3. Italia (Valentina Rodini-Fiamme Gialle, Federica Cesarini-Fiamme Oro/SC Gavirate) 7.36.87, 4. Irlanda 7.37.51, 5. Svizzera 7.41.91, 6. Polonia 7.45.12.
Sesto posto, invece, per il doppio maschile Venier-Mumolo in una regata dominata in lungo e in largo dagli atleti della Croazia, che vanno a confermarsi campioni d’Europa.
1. Croazia 6.35.93, 2. Spagna 6.38.46, 3. Lituania 6.42.11, 4. Serbia 6.46.57, 5. Grecia 6.53.39, 6. Italia (Simone Venier-Fiamme Gialle, Davide Mumolo-Fiamme Oro/SC Elpis) 6.57.57.

Vittoria in scioltezza per il quattro di coppa leggero femminile, che gestisce alla grande il largo margine accumulato sull’antagonista Germania sin dalle prime battute del percorso. Italia campione d’Europa.
1. Italia (Giulia Mignemi-SC Aetna, Paola Piazzolla-Dibi Rowing, Silvia Crosio-SC Amici del Fiume, Arianna Noseda-Fiamme Rosse) 6.58.48, 2. Germania 7.03.81.

Buona prova dell’otto femminile, nonostante il forfait di Arianna Noseda, sostituita in corsa da Veronica Bumbaca. L’ammiraglia in rosa rimane per buona parte della gara in posizione da podio, ma negli ultimi 500 metri è costretta a cedere all’allungo di Romania, Gran Bretagna e Olanda, classificandosi al quarto posto.
1. Romania 6.26.38, 2. Gran Bretagna 6.28.02, 3. Olanda 6.35.68, 4. Italia (Linda De Filippis, Alice Codato-SC Gavirate, Veronica Bumbaca-Fiamme Oro/CUS Torino, Elisa Mondelli-SC Moltrasio, Laura Meriano-Carabinieri/SC Garda Salò, Silvia Terrazzi-SC Pontedera, Aisha Rocek-Carabinieri/SC Lario, Giorgia Pelacchi-Fiamme Rosse/SC Lario, Alessandra Faella-CUS Torino-timoniere) 6.42.52, 5. Germania 6.46.28, 6. Danimarca 6.46.88.

L’Italia del canottaggio torna da Monaco con un bilancio finale di nove medaglie (4 oro – 2 argenti – 3 bronzi) e il terzo posto nel medagliere per nazioni dietro alla Gran Bretagna (6-3-1) e alla Romania (5-0-3).

Foto Canottaggio.org

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.