Caro Segretario ti scrivo. Lettera aperta a Leonardo Majocchi

282
Il Segretario Provinciale dei Giovani Democratici , Leonardo Majocchi

LATINA- Caro Segretario,

dopo qualche mese di silente ed attenta analisi circa l’azione del partito comunale, mi corre l’obbligo di scriverti una lettera aperta con il solo scopo – sia chiaro – di contribuire ad una riflessione pubblica e trasparente sul prossimo futuro. Nel 2016 Damiano Coletta vinse le elezioni con una maggioranza sostanzialmente monocolore e dalla consistenza pressoché bulgara, salvo qualche innocua defezione sul finire della consiliatura. Nel 2021, diversamente, si è affermata una coalizione di centrosinistra (quello che impropriamente alcuni strateghi un po’ appannati definiscono “campo largo”) con il contributo determinante del Partito Democratico. Mostrando particolare resilienza – parola un po’ troppo abusata ma questa volta opportuna – il Pd ha raggiunto percentuali, viste le condizioni di partenza, ben oltre le più rosee aspettative. Devo con franchezza constatare che in questi mesi il ruolo del partito, sia nella narrazione pubblica (la comunicazione è importante!) sia nella elaborazione politica, ha svolto un ruolo gregario e subalterno che non si attaglia ad un grande partito come quello che hai l’onore e l’onere di guidare. È arrivato il momento, caro Segretario, che tu costruisca per davvero il Partito Democratico, dando vita ad organismi istituzionali che possano sostenere la tua azione politica. Questa iniziativa andrebbe a tuo vantaggio, ché ti solleverebbe dal gravoso impegno di conciliare l’attività istituzionale di Consigliere Comunale con quella politica di guida del partito. Caro Segretario, hai mostrato particolare acume e tenacia ma a ben vedere non si può pretendere che tu abbia le spalle larghe di Atlante per sopportare un peso così elevato! Ti prego di non opporre, a questo ragionamento, la ricostruzione di una sempiterna lotta fra te e presunte correnti politiche. C’è una cosa peggiore delle correnti ed è il pensiero unico che, sono convinto, non rientra nella tua cultura e formazione politica. Arriveranno certamente momenti difficili per la tenuta della “maggioranza di programma”, che andranno affrontati nelle condizioni operative le migliori possibili. Non c’è dubbio che queste passino, prioritariamente, per la costruzione di un partito comunale forte, plurale, unito nel rivendicare i programmi e le politiche che il PD rappresenta al governo nazionale e regionale. Termino questo mio piccolo ragionamento citando il bellissimo libro della Genesi: “Dio vide che la luce era cosa buona e separò la luce dalle tenebre e chiamò la luce giorno e le tenebre notte”. Il tuo impegno per la notte, lo dico con sincerità, è apprezzabile. Qui però ci è richiesto, forse banalmente, di lavorare con più intensità anche di giorno per la crescita e l’affermazione del Partito Democratico.

Con stima ed affetto,

Matteo Palombo


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.