Ceccano : i veleni del fiume Sacco a causa del traffico illecito di rifiuti, due arresti

18

Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari reali e personali emanata dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della competente Direzione Distrettuale Antimafia, consistenti in una misura della custodia cautelare in carcere, una misura cautelare degli arresti domiciliari, nonché il sequestro di un impianto di depurazione consortile sito nel territorio di Ceccano, delle quote della società che lo gestisce, e del profitto del reato, pari ad euro 1.074.000 euro.

I reati contestati sono quelli di attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti e inquinamento ambientale, e riguardano 4 società e 14 indagati. La custodia cautelare in carcere è stata eseguita nei confronti dell’ex responsabile dell’area tecnica della società che gestisce il depuratore consortile, mentre gli arresti domiciliari sono stati disposti per l’ex responsabile impiantistico.

L’attività di indagine è relativa a fatti contestati che risalgono al 2020-2021 e riguardano la A&A Spa, società che gestisce il depuratore consortile, unico bacino collettore dei reflui di circa 200 aziende del Frusinate e di numerosi comuni.

Per quanto riguarda il delitto di attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti, viene contestato agli indagati l’aver abusivamente gestito, con attività organizzata e continuativa, ingenti quantità di rifiuti speciali consistiti in fanghi da depurazione senza adeguato trattamento finalizzato a garantirne lo smaltimento in modo da ridurre i pericoli per la salute e per l’ambiente. I fanghi venivano, infatti, smaltiti direttamente presso una discarica situata in Toscana.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.