Dopo il rogo la mobilitazione per l’asssistenza ai 120 rom di AL Karama. Bonificare l’area

44

Non ci sono stati feriti, ma è  pesante il bilancio dopo l’incendio divampato ad Al Karama. Fiamme e fumo hanno danneggiato l’intera struttura che ospita molte famiglie rom. Sul posto sono intervenuti anche il Sindaco Damiano Coletta e la Vice Sindaco e Assessora al Welfare Francesca Pierleoni. Al termine di un pomeriggio difficile è stato il sindaco Coletta a fare il punto della situazione e a ringraziare chi ha lavorato sul campo:  «Voglio fare i complimenti in primis ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile, la situazione era pericolosa per il forte vento che spirava e alimentava le fiamme, ma è stata gestita con grande competenza e freddezza. Ringrazio anche la Polizia Locale e tutte le forze dell’ordine intervenute, Polizia e Carabinieri, così come gli operatori del Pronto Intervento Sociale, il personale dei Servizi Sociali del Comune e la Caritas.
Grazie alla professionalità di tutti coloro che sono entrati in azione, questo incendio non ha provocato vittime né feriti. Gli ospiti di Al Karama verranno collocati provvisoriamente all’ex Rossi Sud, in un’area completamente distinta rispetto all’hub vaccinale. Per questo ritengo doveroso ringraziare il Prefetto Falco, il Presidente della Provincia Stefanelli e la DG della Asl Cavalli. Le istituzioni, anche in questo caso, hanno fatto squadra per affrontare un caso così delicato”.

Il centro Al Karama, che in arabo vuol dire ” Dignità”, fu inaugurato nel 1992, alla presenza dell’allora segretario generale della CGIL , Bruno Trentin. Il campo è stato utile per assistere i profughi e gli immigrati. Qui sono venuti anche Cofferrati e don Ciotti.

Ieri qualcuno, forse, ha deciso di voler cancellare questa realtà, ma il campo Al Karama risorgerà per poter assistere tutti gli immigrati che hanno biosgno di un tetto.

Ora è urgente anche un monitoraggio, da parte dell’Arpa Lazio per verificare la presenza di sostanze tossiche ,dato che i container erano in eternit e quindi la presenza di amianto è pericolosa.

Dunque è urgente una bonifica dell’intera area.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.