L’angolo delle curiosità: Personaggi di ieri e di oggi

21

La letteratura ci salva se ci insegna a capire la natura umana e a orientarci meglio nella vita; è grazie ai grandi personaggi immaginari che non vanno mai dimenticati e mai del tutto esiliati dai nostri pensieri. (Elias Canetti

              Robert Schuman (1886-1963) ministro degli Esteri della Francia, che visse due guerre mondiali, il 9 maggio del 1950 disse: «L’Europa non è stata fatta e abbiamo avuto la guerra». Egli fu vittima per due volte del nazionalismo che celebrava la superiorità culturale di una nazione sull’altra, la forza dell’economia e della finanza per realizzare il fine di egemonia economica e politica. Alla fine della Seconda guerra mondiale, dopo la follia di Hitler, Schuman mirava a creare un’Europa unificata e pensava che soltanto l’unione degli europei avrebbe potuto instaurare una pace duratura. Per lui occorreva un accordo tra la Francia, paese vincitore, e la Germania, paese vinto. Quando pronunciò il discorso che condusse alla nascita della Ceca (primo passo verso una federazione europea) e aveva una sola cosa in mente: fare in modo che carbone e ferro, essenziali per la guerra, fossero gestiti in comune.

          Giuseppe Dossetti (Genova 1913 – Oliveto di Monteveglio 1996) giurista, politico, teologo e accademico italiano è stato membro dell’Assemblea Costituente e della Camera dei Deputati. Lasciato l’impegno politico divenne presbitero e si ritirò nella comunità monastica Piccola famiglia dell’Annunziata da lui fondata a Monteveglio. I suoi solenni funerali si sono svolti nella Basilica di San Petronio presieduti dall’arcivescovo di Bologna, il cardinale Giacomo Biffi, e venne sepolto nel cimitero di Casaglia di Monte Sole, insieme ai martiri dell’eccidio.

        Il poeta Rocco Scotellaro, sindaco di Tricarico, è stato uno dei personaggi più significativi della cultura meridionale del Novecento. Nel 1950 accettò la proposta di Manlio Rossi Doria per un incarico all’Osservatorio Agrario di Portici, dove compie ricerche e studi sociologici, oltre ad un’inchiesta sulla cultura e sulle condizioni di vita delle popolazioni del sud per conto della casa editrice Einaudi. Tale inchiesta fu interrotta dalla sua morte improvvisa, il 15 dicembre 1853; stroncato da un infarto, a soli trenta anni.

          Gustavo Gutierrez teologo peruviano membro dell’Ordine dei frati predicatori (domenicani) è stato l’iniziatore della teologia della liberazione. La lettura degli scritti di Karl Marx lo spinse a far parte del movimento degli studenti cristiani, che protestavano contro le ingiustizie sociali e politiche della sua patria. Sensibile alla situazione dei poveri, iniziò a elaborare una teologia che potesse dare una speranza di redenzione ai popoli latino-americani oppressi dalla povertà, dall’ingiustizia, dalla disuguaglianza sociale.

          Danilo Dolci è stato uno dei grandi personaggi dell’Italia del secondo dopoguerra: un pacifista, non violento, antifascista, amico dei poveri. Un intellettuale, una personalità culturale e morale di rilievo, fuori dal coro, “controcorrente.

          Lo scrittore calabrese Corrado Alvaro, nato a San Luca in Aspromonte nel 1895 e morto a Roma nel 1956, ha cantato la sua Calabria ed è stato giornalista del Corriere della Sera di Luigi Albertini, del Mondo di Giovanni Amendola e de La Stampa, che ha girato il mondo (Parigi, Berlino, Mosca e Istanbul). Ha scritto Gente in Aspromonte (1930), L’uomo è forte (1938), L’età breve (1946), Quasi una vita, un libro autobiografico di memorie (1950). Scrisse anche  alcuni articoli inneggianti alla bonifica dell’Agro Pontino.

Pino Puglisi – ha scritto il cardinale di Bologna Matteo Zuppi – è stato assassinato a Brancaccio, a Palermo nel 1993, il giorno del suo 56esimo compleanno dalla mafia per il suo costante impegno sociale perché insegnava ai giovani lo spirito evangelico, li affrancava dalla schiavitù del sistema criminale minorile. Il suo amore per i ragazzi era più grande di ogni circostanza.

          Giuseppe De Rita, sociologo, ricercatore, fondatore del Censis, ha decritto con lucidità e capacità di analisi, per molti anni, i mutamenti culturali, politici e sociali della nostra società, i cambiamenti della nostra epoca.  

               

 

 

 

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteL’albero di Natale in plastica riciclata dedicato alla Torre di Pisa a Palazzo Blu
Articolo successivoLatina Mater, presentata la seconda edizione del concorso internazionale di fotografia al Circolo Cittadino