Lazio, D’Amato : ” Oggi 1219 casi, queste sono le giornate più difficili, occorre rigore e rispetto del distanziamento “

62

ROMA – Rapporto tra i tamponi e i positivi da coronavirus a Roma e nel Lazio è salito al 5,9% contro il 5% fatto registrare ieri. “Queste sono le giornate più difficili, occorre rigore e rispetto del distanziamento”, ha detto l’assessore alla sanità nel Lazio Alessio D’Amato nel giorno in cui sono stati effettuati oltre 20mila tamponi in tutta la regione.

Secondo i dati del 21 ottobre, a Roma ci sono 543 nuovi casi Covid, mentre in tutto il Lazio sono 1219. Sono invece 16 i decessi e 133 i guariti. “Ci aspettiamo un incremento del valore RT soprattutto nelle province, Roma sta tenendo. La rete ospedaliera è entrata nella settima fase, programmati a regime circa 3.000 posti riservati a Covid”, ha sottolineato D’Amato. Si registra, invece, un incremento di 1.035 posti letto a disposizione del Covid per un totale di 2.518 posti letto, di cui 503 di terapie intensive e sub intensive. “È stata chiesta la disponibilità anche alle strutture accreditate – spiega l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato – Diventa ospedale multidisciplinare anche con funzioni Covid il San Filippo Neri (120 posti), aumenta la capacità del Policlinico Umberto I e Spallanzani rispettivamente 274 e 278 posti letto. Il Covid Columbus 259 posti”. Presto sarà pronta una nuova ordinanza.
I contagi nelle singole Asl
Nel dettaglio per aziende sanitarie locali, nella Asl Roma 1sono 159 i casi nelle ultime 24h (- 9 rispetto al giorno precedente) e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 37, 55 e 80 anni con patologie.

Aumentano i casi nella Asl Roma 2: sono 285 i positivi nelle ultime 24h ( +57 rispetto al giorno precedente) e si tratta di centosette casi con link familiare o contatto di un caso già noto e ottantuno i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registra un decesso di 87 anni con patologie. Un incremento di 115 unità si registra nella Asl Roma 3, dove i casisono 181 casi nelle ultime 24h contro i 66 di ieri e si tratta di centocinquantuno casi con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nuova impennata di casi nella Asl Roma 4. Qui, sono 86 i positivi nelle ultime 24h (+33 rispetto al giorno precedente) e si tratta di ventisei casi con link familiare o contatto di un caso già noto e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione.

Nella Asl Roma 5 sono 79 i positivi nelle ultime 24h (+38 rispetto a ieri) e si tratta di casi con link familiare o contatto di un caso già noto.

È boom di casi nella Asl Roma 6: sono 113 i contagiati nelle ultime 24h e si tratta di trentuno casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Ventisei i casi con link al cluster dell’Università Dallas di Marino dove è in corso l’indagine epidemiologica. L’incremento dei casi è di 64 unità nelle ultime 24 ore. In lieve calo i casi nelle province, dove si registrano 321 positivi contro i 332 di ieri (- 11 nelle ultime 24 ore) e un decesso nelle ultime 24h.

Migliora la situazione nella Asl di Latina: sono ventisette i nuovi casi (-54 rispetto al giorno precedente) e si tratta di casi con link familiari o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 85 anni con patologie.

Aumentano, invece, di 43 unità i casi nella Asl di Frosinone, dovesi registrano centoquarantasette nuovi casi contro i 104 di ieri. Diminuiscono leggermente i casi nella Asl di Viterbo. Qua si registrano centotto nuovi casi (-6 rispetto a lunedì) e si tratta di dodici casi con link al cluster di un convento di frati Cappuccini e tredici i casi di operatori con link al cluster della casa di riposo, San Francesco nel comune di Farnese. Indagine epidemiologica per entrambi i cluster. Quarantatre i casi con link familiare o contatto di un caso già noto.

Incremento di 6 unità nella Asl di Rieti: sono trentanove i contagiati contro i 33 del giorno precedente e sono casi con link familiari o contatto di un caso già noto.

Nel Lazio 16.333 i casi positivi
Sono 16.333 i casi positivi nel Lazio nelle ultime 24 ore contro i 15.191 di ieri. L’incremento è, quindi, di oltre mille unità, ovvero 1.142 nelle ultime 24 ore. Aumentano anche i ricoverati: sono 1196 contro i 1.130 di ieri (+ 66 rispetto a lunedì). Aumenta di 12 unità il numero dei pazienti in terapia intensiva: sono 123 contro i 111 di ieri. Mentre, sempre rispetto al 19 ottobre, si registra un incremento di pazienti deceduti: sono 1038 (+ 5 rispetto al giorno precedente). Aumenta di 77 unità anche il numero dei guariti: sono, infatti, 9780 contro i 9.703 del giorno precedente, e il totale dei casi esaminati: è pari a 27.151 (+ 1224 rispetto a ieri).

La situazione nei drive in
Prosegue il potenziamento della rete regionale dei drive-in. Operativo da oggi il nuovo drive in a Monterotondo (Asl Roma 5) e quello del porto di Civitavecchia (Asl Roma 6). A questo se ne aggiungeranno presto altri tre: uno a Ponte Mammolo, l’altro a Cecchignola e l’altro ancora in via Quirino. Intanto, dalle 14 di oggi è partita la sperimentazione – che durerà una settimana – del sistema di prenotazione online sui drive in del Santa Maria della Pietà, Forlanini, Togliatti e Santa Maria. Da domani, dunque, in questi drive in è possibile prenotare il tampone solo su prenotazione. Per effettuarla è necessaria la tessera sanitaria e la ricetta medica dematerializzata. Una buona notizia arriva anche da drive in pediatrico presso il Sant’Andrea, che ha prolungato l’orario: dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18; domenica dalle 9 alle 13.
Vaccino antinfluenzale, somministrate 335mila dosi
In merito al vaccino antinfluenzale, sono state già somministrate 335mila dosi. Sono oltre 810 mila, invece, quelle disponibili per i medici di medicina generale (MMG) e ai pediatri di libera scelta (PLS). A questi ultimi, la Regione chiede “uno sforzo maggiore, bene invece l’adesione dei medici di medicina generale”. Per le fasce dai 60 anni in su e dai 6 mesi e i 6 anni, la Regione Lazio consiglia di prenotare il vaccino dal proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta. Continua, intanto, la distribuzione del vaccino nelle farmacie con 20 mila dosi a settimana. Per l’acquisto è necessaria la ricetta medica.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.