Home Politica Maurizio Fusco (Lega) replica alla bocciatura del suo emendamento sulla Tari

Maurizio Fusco (Lega) replica alla bocciatura del suo emendamento sulla Tari

ROCCAGORGA – Coerentemente con quanto annunciato nei giorni scorsi, il Capo gruppo Lega del comune di Roccagorga Maurizio Fusco, nel consiglio del 30 luglio, ha presentato la proposta di emendamento al Regolamento Tari a favore della collettività con il fine di prevedere l’inserimento della norma che consente la riduzione fino al 20% della tariffa TARI per i soggetti che optano per il pagamento della tassa mediante addebito in conto corrette, come previsto dalla Legge 77/2020.

In tale circostanza, in consiglio comunale, sono emersi chiaramente i problemi di coesione della maggioranza tenuta in piedi solo per mantenere la posizione. Emblematica l’astensione di un assessore sull’emendamento presentato da Fusco e l’astensione prima annunciata in dichiarazione di voto dal capo gruppo Tradizioni e Futuro e poi ritirata nel corso della votazione che dimostrano chiaramente improvvisazione e mancanza di una strategia per Roccagorga. Tutti hanno notato che la maggioranza non avendo temi politici per contrastare l’ammissibilità dell’emendamento di Fusco, si è giustificata sostenendo che l’emendamento era stato presentato fuori tempo. In realtà, dopo la lettura del comma 5 dell’Art. 24 del regolamento del consiglio da parte di Fusco la maggioranza non è stata in grado di rispondere poiché è stata dimostrata in seduta la piena regolarità nella presentazione dell’emendamento.

La linea assunta dalla maggioranza per affossare l’emendamento della Lega ha dimostrato ancora una volta improvvisazione, poca attenzione alle esigenze della collettività e limitata attinenza con lo Statuto, con il Regolamento del Consiglio Comunale e con il Regolamento di Contabilità nonché pochissimo senso della realtà nel momento in cui si afferma che poche persone hanno il conto corrente bancario o postale.

Dopo aver rinnovato il programma di accoglienza degli immigrati SRAR per altri tre anni e posto in economia oltre 100.000 Euro di fondi destinati all’asilo nido dell’Azienda Vola mettendo a rischio la stessa azienda con i suoi stessi dipendenti, con l’abolizione dell’emendamento presentato da Fusco emerge chiaramente che per il cambiamento promesso alla comunità bisogna attendere.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.