Secondo la difesa non era ubriaca la ragazza vittima del presunto stupro da parte di Lucarelli jr

Il Pm chiede una controperizia, il 30 gennaio il processo

1166

MILANO – Ci sono nuovi sviluppi nella vicenda legata al presunto stupro di gruppo avvenuto a Milano dopo una notte in discoteca tra il 26 e il 27 marzo scorso ai danni di una ragazza americana di 22 anni da parte di 5 persone tra cui idue calciatori del Livorno Mattia Lucarelli figlio dell’ex capitano del Livorno Cristiano e Federico Apolloni, ambedue di 24 anni. I legali dei due calciatori hanno depositato due giorni fa una perizia psicologica e tossicologica secondo la quale la ragazza americana, costituitasi parte civile nel processo, non sarebbe stata quella notte in stato di ubriachezza come invece affermato nelle prime istanze. La perizia degli avvocati della difesa si basa su peso, altezza e numero di bicchieri di alcolici bevuti dalla ragazza insieme ad altri atti del fascicolo accusatorio tra i quali anche il video della serata sui telefonini dei due imputati. Le accuse sono comunque pesanti e i legali avrebbero prodotto questa nuova perizia per ottenere il giudizio in rito abbreviato che consentirebbe lo sconto di un terzo della pena. La perizia è stata ammessa agli atti dal Gup di Milano mentre il Pm che segue le indagini ha chiesto una contro perizia che sarà depositata non prima del prossimo gennaio quando a fine mese, il 30 gennaio prossimo per la precisione, è stata fissata la data del processo. I due calciatori furono posti agli arresti domiciliari il gennaio scorso e poi furono scarcerati dopo 3 settimane con l’obbligo di restare a Livorno e non uscire di casa dalle 20 alle 8. Il fatto di cronaca è stato seguito dalla stampa nazionale e ha causato un’ampia eco mediatica che ha visto intervenire con dei video in prima persona in difesa del figlio anche il padre, Cristiano Lucarelli. Secondo questa nuova perizia dei due avvocati dei giovani imputati la ragazza americana quella sera avrebbe avuto un tasso alcolemico inferiore dello 0.5 per cento e quindi sarebbe stata perfettamente in grado di esprimere un consenso o meno all’atto sessuale.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteSabaudia. Il sindaco Alberto Mosca: “Riprese cinematografiche grande opportunità per la Città”
Articolo successivo«Aiutateci a ritrovare Francesco»: scomparso da due giorni nella zona di Latina, l’appello di familiari e amici
Divento giornalista pubblicista nel 2012 lavorando per Il Tirreno per quattro anni e mezzo nella redazione della cronaca di Livorno, in seguito faccio varie esperienze personali sempre volte ad accrescere la mia esperienza professionale. Ho collaborato con più di un giornale on line, guidandone alcuni, ho lavorato come addetto stampa nel campo della politica, dello sport e dello spettacolo, attualmente affianco la professione giornalistica a quella di scrittore.