Pioggia di congratulazioni per il Generale del Ros Pasquale Angelosanto di Sant’Elia Fiume Rapido

30

L’arresto dell’ultimo stragista nella clinica Maddalena di Palermo operato dal generale del Ros Pasquale Angelosanto e dai suoi uomini è stato una vera iniezione di fiducia nelle istituzioni. E per il Cassinate un vero moto d’orgoglio: a capo di una delle più importanti operazioni antimafia c’è, infatti, un santeliano. Un grande generale che durante la sua straordinaria carriera non ha fatto mai mancare la sua presenza a Sant’Elia, dove vive il fratello Roberto – sindaco del paese – e parte della sua famiglia. E dove torna ogni volta che può: l’ultima, proprio durante le vacanze di Natale.

«Le più vive congratulazioni all’Arma dei carabinieri, al Reparto operativo speciale e al suo comandante, il generale Pasquale Angelosanto, nostro Senatore accademico e Premio internazionale Bonifacio VIII, e alla procura distrettuale Antimafia di Palermo per la brillante operazione che ha portato all’arresto del capomafia, latitante da trent’anni, Matteo Messina Denaro» ha affermato De Angelis dell’Accademia Bonifaciana. I sindaci del Cassinate hanno espresso coralmente i loro ringraziamenti per l’eccellente attività.

«Con l’arresto del boss Matteo Messina Denaro gioisce tutta l’Italia onesta, gioisce soprattutto la provincia di Frosinone perché il comandante del Ros è figlio della nostra terra: è di Sant’Elia, fratello del collega sindaco Roberto Angelosanto. Nell’assemblea Egaf ho espresso l’orgoglio di un’intera provincia» scrive il sindaco di Pontecorvo, Rotondo. A fargli eco – tra gli altri – il primo cittadino di Cassino, Salera: «Una notizia davvero storica che ci dimostra ancora una volta che lo Stato è forte e nonostante le tante avversità può vincere. Ma questa notizia assume ancora più valore per tutti noi perché a comunicarlo è stato il comandante dei carabinieri del Ros, nato a Sant’Elia e da sempre legato al Cassinate: un orgoglio per tutti noi e immagino ancor più per il mio amico e sindaco di Sant’Elia Roberto, fratello del generale».

Non sono mancate le congratulazioni di Pasquale Ciacciarelli, che ha definito quello dell’arresto «un giorno storico per la Nazione ci rende ancor più orgogliosi perché il generale è uomo della nostra amata terra». Né quelle di Sara Battisti, presidente della commissione Legalità in Regione Lazio: «Un momento bellissimo: lo Stato e la democrazia hanno vinto. Con l’arresto di Matteo Messina Denaro il primo pensiero va alle vittime, ai familiari e a quanti hanno in questi anni sacrificato la vita per combattere la mafia. Una lotta che non termina con la cattura del boss: questo arresto ci spinge a fare ancora di più. Voglio rivolgere i miei ringraziamenti alla magistratura, alle forze dell’ordine e ai cittadini che hanno contribuito a raggiungere questo risultato. Sono molto felice che a dare questa importante notizia sia stato il comandante del Ros Angelosanto, originario di Sant’Elia. Un orgoglio per il nostro territorio».

( Fonte Ciociaria Oggi )


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteIl Sud Pontino presente nell’arresto di Messina Denaro, plauso del sindaco di Castelforte Pompeo
Articolo successivoMaltempo, violento incidente sull’Appia tra una Peugeot e un SUV: feriti trasportati in ospedale