Restaini (FI): dall’Amministrazione solo chiacchiere

406

ROCCAGORGA – “Certo ci vuole una gran dose di sfrontatezza a rilasciare dichiarazioni volutamente fuorvianti e non rispondenti alla realtà dei fatti, ma questa Amministrazione è la sola cosa che riesce a fare – dichiara la capogruppo di Forza Italia al Comune di Roccagorga – La colpa è sempre degli altri, ma sono 2 anni che non ne azzeccano una e si autosostengono solo per interessi personali, amicali e di un partito. Le carte di identità non vengono rilasciate, perché non si sono rinnovate e credenziali scadute? Semplice la risposta, è colpa dei dipendenti a cui si minaccia ritorsione con provvedimenti disciplinari. Gli LSU, i soli 3 superstiti, non vengono pagati da 4 mesi, dopo la presa in giro delle stabilizzazioni? Semplice la risposta è sempre stato cosi, la precedente amministrazione, sempre quella a cui sedeva l’attuale sindaco.

La banca Unicredit se ne va? Semplice la risposta, ha chiuso anche in altri comuni! Siamo veramente di fronte ad amministratori per caso, che quando vengono incalzati su argomenti di interesse collettivo non entrano mai nel merito, non hanno mai una risposta, ma solo il gettare discredito ad altri li appaga della loro manifesta incapacità di affrontare le piccole cose della quotidianità amministrativa.

Uffici di responsabilità ben pagata, vuoti dove ognuno si fa il proprio orario di lavoro flessibile, anzi flessibilissimo, della serie faccio come mi pare, cittadini rassegnati a non varcare la soglia del comune perché sanno di non trovare nessuno che possa assumere impegni, perché anche una semplice richiesta è un’odissea.

L’Azienda Vola non è ormai da tempo, l’ente strumentale del Comune,  ma è lo strumento in mano al partito F.lli di Italia, che con l’unico rappresentate , esercita il potere in tutte le sue forme, dirette ed indirette, dall’assunzioni mirate ad amici, a consulenti graditi al suo partito, ad allocazioni di utilità, a forniture che vengono dal mondo di mezzo e non da quello locale, dalla nomina di un direttore incompatibile per essere titolare ed amministratore di una società, alla nomina poi revocata per incompatibilità di legali, alla nomina di consulenti. Il bilancio dell’azienda Vola del 2019 non è approvato e dopo il ritiro per assenza di pareri obbligatori, non è stato ancora portato in consiglio comunale. E’ stato approvato da un Consiglio di amministrazione improprio ed illegittimo, in quanto sostituito dalla Giunta Comunale, in disprezzo e violazione delle norme dello Statuto Comunale e dello Statuto aziendale, e di ogni normativa di merito! Un anno fa l’abbandono dei componenti del cda nominati con decreto del sindaco, la fuga di tre direttori ed in tutto questo caos, il bilancio costruito un anno dopo, dopo aver avallato la coerenza dei conti ed il mantenimento del direttore nominato dall’Amministrazione precedente, per essere stati inermi al dissolversi della credibilità del servizio delle  farmacie, sempre più sprovviste di farmaci semplici, a  quelli salvavita,  per aver avallato l’abbandono delle forniture sul mercato locale, e i servizi lasciati  senza alcun controllo, confondete ruoli e responsabilità. Il vice sindaco ama farsi fotografare a Latina sotto lo striscione, sfidando assembramenti per dire “se mi chiudi non mi chiedi” e poi boccia gli emendamenti nell’amministrazione in favore dei Commercianti locali, nulla propone a sostegno delle imprese locali, anzi avvalla la delocalizzazione al nord.! Il partito del vice sindaco tappezza il paese di manifesti si fa assistere in piazza dalla presenza del rappresentante di governo e non si accorge che i bilanci depositati tutti, tranne quelli che non esistono dal 2019, presso la Camera di Commercio, riportano tutti i debiti nei confronti dei fornitori di beni e servizi, nei confronti dell’erario e degli entri previdenziali a cui è stato chiesto ed ottenuto il piano di rateizzo, come correttamente indicato dal Direttore, anche lui incompatibile, Avv. Cesare Bruni, nella relazione prima delle sue dimissioni.  Nel frattempo, il Revisore dei conti dell’Azienda, esprime il proprio parere negativo e motivato sul bilancio 2019 approvato da chi sarebbe preposto al controllo. Viene minacciata nell’esercizio della sua funzione, impossibilitata nell’attività di controllo perché la contabilità fiscale dell’Azienda ferma al 2019 non viene aggiornata, il nuovo consulente incaricato, è lo stesso che svolgeva il controllo analogo nei confronti di una società partecipata, per la quale sono in corso azioni legali di responsabilità per appropriazioni indebite. Il Revisore Dott.ssa Maria Innamorato rassegna le sue dimissioni anticipate motivandole e comunica, il tutto alla Ragioneria Generale dello Stato, come impone la deontologia professionale!

L’Azienda Vola non ha il DURC regolare, ossia il documento unico di regolarità contributiva INPS – INAIL! Il DURC non evidenzia la regolarità dei pagamenti dei contributi previdenziali inps  e inail.  Sono mesi che non vengono corrisposti i contributi INPS per i lavoratori dipendenti, con risvolti penali per le trattenute ai dipendenti effettuate e non corrisposte, di questo il Vice Sindaco non ne parla.  La regolarizzazione dei contributi è riportata correttamente nella relazione dell’ex direttore Bruni e nel parere motivato del Revisore dei Conti, è necessario continuare il rispetto del piano di rateizzo approvato e non certo richiesto da questa amministrazione ignara e opaca che dopo due anni ancora non riesce a presentare correttamente il bilancio consuntivo 2019 e previsionale 2020, per il 2021 visto che siamo solo al 14 aprile ci vorrà il 2024! Il rateizzo dei contributi e di tutte le imposte non è certo omissione! Allo stato attuale di negatività del Durc non corrisponde alcuna richiesta di rateizzo delle somme dovute che superano abbondantemente i 70 mila euro.

Il Durc irregolare impedisce di fatto all’Amministrazione comunale di pagare le fatture dei contratti di servizio! Altro che conti in equilibrio. Come capogruppo sia di Forza Italia che della Lega, lontani anni luce da questo modo di concepire la cosa pubblica, abbiamo chiesto con interrogazioni specifiche, denunciato alla Corte dei Conti ed alla Procura lo stato dei fatti, le omissioni e le illegittimità diffuse, senza alcun timore, convinti che il percorso delle regole e della legalità richiede tempo e dedizione, ma arriva ad esaminare con cura la tutela dell’interesse pubblico. Abbiamo chiesto come sia stato possibile spendere somme non autorizzate, come il compenso dell’ultimo direttore, il cui costo è 5 volte superiore a quello dei direttori precedenti! Come sia stato possibile modificare, ampliare i costi del personale dipendente, considerato che è l’approvazione del bilancio di previsione 2020 da parte del consiglio comunale è autorizzatoria alla spesa?

In questi giorni viene fuori che l’assistenza domiciliare da sempre gratuita sul territorio di Roccagorga, sicuramente il Sindaco non se ne è accorta negli anni in cui condivideva ed approvava tutto con l’amministrazione precedente, è a pagamento per due sole persone, persone che si sono vista recapitare una raccomandata con cui il Direttore comunica lo scioglimento del  contratto in essere e l’interruzione del servizio di assistenza domiciliare se non verrà corrisposto il costo orario di  € 19,42.!! due soli utenti hanno pagato  regolarmente importi mensili per l’assistenza domiciliare, quando ad altri,  il servizio è concesso gratuitamente! Alle interrogazioni non viene data risposta in modo sistematico.

Ad una famiglia è stato richiesto di pagare per intero la frequenza ad un centro estivo, perché il suo bambino era disabile, quando per tutti gli altri era gratuito e solo dopo un intervento durissimo, il bambino è stato accolto nel rispetto della dignità e dell’inclusione.

Se riequilibrio dei conti passa per farli pagare solo ai cittadini il piano di rilancio è chiarissimo! Tagliamo gli sprechi ma consentiamo ad un Direttore di scegliersi il contratto con 14 mensilità quintuplicando il costo, lo stesso avviene per il farmacista con un trattamento economico diverso da quello delle altre due farmaciste storiche, a chi si lamenta, vengono aumentate le ore, con solo 14 bambini frequentanti l’asilo nido, eroghiamo pasti per 30, non paghiamo ed abbandoniamo i fornitori locali, per approvvigionarsi da un’azienda del nord con costi raddoppiati per le derrate alimentari.

Bisogna dire le cose come stanno ma questa amministrazione si basa sulla menzogna e sulla falsità, opacità nella trasparenza, tanto che il sito del Comune e dell’Azienda non rispettando nessuno dei profili di obbligatorietà della trasparenza e dell’anticorruzione sono stati segnalati all’ANAC.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.