SABAUDIA – Si è tenuto nella giornata di ieri, presso l’hotel “le Palme”, il Congresso del Partito Democratico di Sabaudia.
All’ordine del giorno il rinnovo delle cariche sociali con la mozione a sostegno della candidatura unitaria a segretario cittadino di Luca Mignacca, primo firmatario Amedeo Bianchi.
La seduta è stata trasmessa anche in diretta Facebook. a beneficio di quanti.

Prima dell’inizio dei lavori è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria del Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, un grande uomo e un grande amico di Sabaudia.

In apertura il segretario uscente, Amedeo Bianchi, ha rivolto un sentito ringraziamento ai presenti e ai dirigenti che si sono susseguiti negli anni alla guida del Circolo, contribuendo a dare continuità all’attività del Pd in sede locale.

In platea, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, i consiglieri Sandro Dapit e Luca Danesin che hanno portato il saluto del sindaco Giada Gervasi, impossibilitata alla partecipazione per motivi di salute, così come il consigliere regionale Enrico Forte.
Nel suo intervento, Danesin ha riconosciuto, in particolare, l’importanza dell’impegno profuso in Regione dai consiglieri Enrico Forte e Salvatore La Penna, al fine di far pervenire a Sabaudia i fondi necessari per la bonifica dei plessi scolastici, a seguito della nota, incauta disinfestazione, e per la realizzazione di opere pubbliche.

Al microfono si sono poi alternati il presidente di Confartigianato, Riccardo Castelli, Franca Rieti, Segretario del partito a Latina, Carlo Medici, ex sindaco di Pontinia ed ex presidente della Provincia, e il coordinatore della Commissione Congressuale Provinciale, Francesco sacchetti, che ha ricordato il prezioso lavoro svolto dal Commissario Matteo Mauri.

Altri apprezzati contributi sono poi venuti da Giuseppe Di Mauro, Giancarlo Massimi e Antonio Di Lauro a sottolineare “la necessità di rivendicare spazi di partecipazione e di dibattito, di cui il Partito Democratico è l’interprete più autentico”.

Così come incisive e qualificate si sono rivelate le parole di Salvatore La Penna il quale, in virtù della rilevanza nazionale ormai assunta dalla città di Sabaudia, ha evidenziato l’indispensabilità “di elaborare una proposta politica di livello coerente con i valori e le scelte in cui si riconoscono gli elettori del Pd, e altresì capace di confrontarsi con l’esigenza di cambiamento di cui il civismo si è fatto interprete”.

Clou del congresso l’illustrazione, da parte del neo segretario cittadino del partito, Luca Mignacca, dei punti chiave della mozione “Ripartenza Democratica”. Un’ampia analisi sui drammatici effetti della crisi economica e sociale amplificati dalla pandemia e sulla centralità del ruolo che il Pd deve assumere al fine di elaborare una proposta politica credibile, affidandola ad una classe dirigente, opportunamente selezionata, in grado di porla in essere.

Mignacca è passato successivamente alla presentazione delle linee del programma di partito.
Tra i vari temi emergono il collegamento Roma – Latina, l’approvazione del Piano del Parco, la riduzione delle imposte e delle tasse comunali alle attività produttive, la realizzazione di stazioni automatizzate per il conferimento differenziato dei rifiuti, il recupero della dimensione pubblica dell’hotel “Sabaudia al Lago”, l’acquisizione al patrimonio pubblico del cinema “Augustus”, il concorso d’idee per il recupero dell’area ex Brigantini e della piazza antistante, la realizzazione di strutture per lo sport ludico/amatoriale e non solo agonistico, l’interconnessione tra il centro città e i borghi, le misure di sostegno all’imprenditoria giovanile, il potenziamento die servizi di assistenza agli anziani e alle persone diversamente abili, la maggiore presenza della Polizia Municipale in città e nei borghi.

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.