Giovanni Delle Cave, il papà di Eros, Responsabile dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada APS per la sede di Latina

LATINA – “Preg.mo Presidente, la scrivente Associazione, a nome del proprio Responsabile Provinciale, si fa portatrice delle istanze degli abitanti di Borgo Podgora, i quali ultimi attraverso una significativa raccolta di firme, hanno voluto portare all’attenzione dell’amministrazione provinciale e segnalare la situazione di grave pericolosità che interessa la Strada Acque Alte al Km 3 del Borgo“.

A scriverlo, in una lettera indirizzata al Presidente della Provincia Gerardo Stefanelli, è Giovanni Delle Cave, il papà di Eros, Responsabile dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada APS per la sede di Latina e Frosinone.

Lì la circolazione è messa in serio pericolo dalla elevata velocità di percorrenza dei veicoli, “autorizzata” dalla totale assenza di limiti, sì da compromettere la sicurezza dei pedoni e degli automobilisti e di chiunque afro a qualunque titolo e con qualunque mezzo percorra la sfrada per di più in un centro abitato, con grave pericolo e compromissione per l’incolumità generale.

Confidando nell’impegno costante dell’Amministrazione Provinciale nel migliorare le condizioni di vita e l’ambiente urbano, siamo convinti che questa segnalazione possa essere accolta con interesse e dare luogo ad un tempestivo intervento“.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.