Si respira commozione, tristezza, dolore quando l’auto funebre arriva sul sagrato dell’Abbazia di Fossanova.

Avvolta nel tricolore, la bara con le spoglie mortali di Vittorio Iacovacci viene presa in consegna dai colleghi dell’Arma e, trasportata a spalla, sfila davanti al picchetto d’onore allineato in alta uniforme all’ingresso della chiesa per rendere gli onori militari al commilitone caduto nell’espletamento del suo alto incarico.

A seguirla, tra le lacrime, i genitori, la fidanzata, i parenti più stretti, le autorità presenti, mentre sullo ampio spazio sostano le rappresentanze di molti comuni della Provincia, i labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, amici e tantissimi semplici cittadini lì convenuti per manifestare la propria solidarietà ed esprimere il loro cordoglio alla famiglia.

Tutti con una rosa in mano, distribuita dalla comunità di Capocroce, la frazione di Vittorio, che così ha voluto salutare il suo eroe.

Il rito religioso è stato officiato dal Vescovo di Latina, Priverno, Sezze, S.E. Mariano Crociata, con l’assistenza di sei concelebranti.

Forte ed articolata l’omelia del Vescovo Crociata, assai toccante l’intervento della fidanzata.

Al termine della funzione, il feretro è stato riportato all’esterno, dove Vittorio, dopo la benedizione finale e la recita de “L’Eterno Riposo”, è stato acclamato dalle centinaia di persone in attesa sul piazzale dell’Abbazia tra lacrime, applausi e lancio di palloncini colorati verso il grigiore di un cielo in perfetta sintonia con i sentimenti che in quel momento cementavano quanti si stavano stringendo attorno al giovane carabiniere.

Poi l’ultimo, breve viaggio. Verso il cimitero della sua Sonnino, dove riposerà per l’eternità.

Ma il suo sacrificio non sarà vano né dimenticato: resterà scolpito per sempre nella memoria come esempio di coraggio, amor patrio, spirito di servizio e di solidarietà verso i più deboli.

Il sindaco Luciano De Angelis ha già avviato le procedure per l’istituzione di borse di studio legate al suo nome e ha già avanzato ai vertici dell’Arma dei Carabinieri la richiesta d’intitolazione della Stazione di Sonnino.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.