Annullato l’arresto del tunisino Hamed Hamza per l’omicidio Denny Magina

L'annullamento è arrivato per la scadenza dei termini

352

LIVORNO – Quattro mesi dopo la scadenza dei termini. Il tunisino di 34 anni di nome Hamed Hamza pochi giorni fa arrestato come autore dell’omicidio di Denny Magina è stato scagionato dall’accusa di omicidio preterintenzionale e resta in carcere a Lucca solo con l’accusa di spaccio di cocaina dentro l’abitazione di via Giordano Bruno nello stesso giorno, il 22 agosto 2022, in cui il 30 enne livornese morì dopo un volo dal quarto piano. Le tracce dell’anello del tunisino sul mento del livornese e altri indizi avevano portato all’arresto del tunisino che con un pugno avrebbe fatto cadere dalla finestra Denny Magina. Ma il giudice per le indagini preliminari, Mario Profeta, nella giornata di ieri ha annullato l’arresto. Il “pugile”, questo il soprannome del tunisino, è difeso dall’avvocata livornese Barbara Luceri. Hamza era già stato arrestato per spaccio nel novembre 2022, il 17 marzo di quest’anno veniva notificato l’arresto per omicidio e solo otto giorni dopo, ieri, è arrivato l’annullamento. Ancora nessuna giustizia per Denny Magina dunque e un mistero che si infittisce ancora di più.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.