Cultura: a Firenze il Teatro dell’Oriuolo rinasce dalle proprie ceneri

20
Foto dall'account Instagram del sindaco Dario Nardella

FIRENZE – “Uno spazio multifunzionale destinato a mostre, concerti e arti visive”: questo, come scrive su Instagram Dario Nardella, il futuro che si prospetta per il Nuovo Teatro dell’Oriuolo nel cuore della città.

Le strutture fatiscenti che costituivano l’ex teatro dell’Oriuolo ed i suoi allargamenti in muratura, per un totale di circa 300 metri quadrati, sono state demolite proprio ieri mattina, 13 aprile, alla presenza del sindaco di Firenze, Dario Nardella, e di Titta Meucci, assessore ai lavori pubblici. Queste baracche, che come ha spiegato il Comune sarebbe stato impossibile mettere a norma anche per la presenza di amianto, potranno finalmente tornare a nuova vita grazie ad un progetto in cui sono stati investiti 600.000 euro.

Il sindaco Dario Nardella ha dichiarato, come riportato dall’ANSA, che questa non sarà soltanto “una grande opera culturale per la ripartenza post pandemia, ma anche un intervento di alleggerimento volumetrico nel cuore dell’area Unesco che libera una nuova grande piazza verde per la fruizione culturale.”

Infatti, grazie all’abbattimento delle strutture preesistenti che ha permesso di triplicare l’area a disposizione, l’antico cortile cinquecentesco verrà trasformato in uno spazio votato alle arti visive e performative, mentre i locali in cui sorgeva il vecchio palcoscenico verranno interamente recuperati per avviare una sperimentazione di “digital teatrum”, un teatro che si avvale di strumenti digitali ma fruibile anche dal vivo.

“Questo è un intervento innovativo in Italia, sul modello dei musei digitali d’oltreoceano”, conclude Dario Nardella, “e avrà la caratteristica unica di essere integrato con la biblioteca delle Oblate e di essere a due passi dal Duomo”. Un luogo, insomma, che viene finalmente restituito a tutti i fiorentini.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.