La Top Volley Cisterna torna con 1 punto da Verona, Tillie : ” Abbiamo tutto quello che abbiamo potuto “

31

VERONA- – La Top Volley Cisterna torna da Verona con un punto (2-3) al termine di un match altalenante che ha visto i pontini sempre in recupero. Spesso sono stati decisivi gli errori con i pontini che hanno totalizzato 25 errori dalla linea dei nove metri, mentre c’è stato un sostanziale equilibrio su tutti gli altri fondamentali, compresi i muri punto, 12 per parte. Jaeschke (Verona) con 21 punti è stato il miglior realizzatore del match ed è stato votato Mvp, mentre Randazzo (20 punti) è stato il più prolifico dei pontini, quattro Block vincenti per Krick, tre aces per Boyer.

Kevin Tillie: «Abbiamo tutto quello che abbiamo potuto però la differenza era la battuta e ricezione che non abbiamo fatto bene a differenza dei nostri avversari, questa Superlega sarà sempre dura e noi continuiamo a lavorare per fare sempre un po’ meglio sperando di fare qualcosa di più: a livello di testa stiamo bene, dobbiamo continuare con gli allenamenti. Senza il pubblico? Purtroppo non possiamo farci niente noi atleti, giocare senza pubblico non è bello perché giochiamo per i tifosi, così è difficile ma sappiamo che loro ci seguono in tv e dobbiamo fare lo spettacolo migliore per loro».

Coach Boban Kovac deve ancora rinunciare all’opposto Giulio Sabbi così schiera in posto due ancora Arthur Szwarc, opposto al palleggiatore Georgi Seganov, in banda Gigi Randazzo e Kevin Tillie, al centro Andrea Rossi e Tobias Krick con Mimmo Cavaccini libero.

La Top Volley Cisterna cede il primo spicchio di gara a Verona (25-19) al termine di un parziale in cui i pontini hanno subìto i padroni di casa che sono stati più presenti toccando tantissimi palloni a muro (oltre a 5 muri punto) e hanno creato più di qualche problema ai pontini con la battuta (due aces). Verona va subito avanti (8-5, 10-6, 15-10), giocando molto al centro della rete tanto che è Caneschi il miglior realizzatore dei padroni di casa con cinque punti e il 100% in attacco. Oltre al centrale toscano anche Kaziyski è presente con quattro punti e Verona cresce ancora fino al 20-13 approfittando anche di qualche errore di troppo dei pontini (specie al servizio, ben sei quelli errati) ma è proprio nel miglior momento di Verona che la Top Volley Cisterna piazza un break di cinque punti con Szwarc al servizio in cui il centrale adattato a opposto trova anche un punto diretto. Verona interrompe la rimonta dei pontini (21-17), così Kovac spedisce in campo Sottile e Cavuto, ma è ancora Verona a fare bene continuando a dare pressione con il servizio e il set si chiude 25-19.

Nel secondo set torna in campo Seganov, il set è combattutissimo e ricco di errori (specie nel finale con i pontini che sbagliano 10 battute e Verona 5) con la Top Volley Cisterna che lo ribalta dopo tre set point annullati a Verona e deciso con il servizio vincente di Szwarc (26-28) propiziato dal set point guadagnato da Randazzo. L’avvio del secondo parziale è molto equilibrato (6-7 e 11-9) poi dal 13-11 la Top Volley ricuce fino al 13-13 e inizia la fase centrale giocata tutta punto a punto con Verona che forza dalla linea dei nove metri (due aces di fila di Boyer) ma Cisterna resta sempre in partita e ribatte colpo su colpo con una lunga sequenza di primi tempi, offerti da Seganov (anche con palla staccata), così si arriva al 20-20 anche con molti errori al servizio, specie dei pontini. Sul 22-21 ancora il primo tempo regala alla Top il 22-22 con Krick, Verona mette ancora il naso avanti con Jaeschke (23-22), poi gli errori piovono da entrambe le squadre con sei servizi buttati alle ortiche, la Top annulla tre set point, poi Randazzo trova il mani-out (26-27) e Szwarc spazzola il campo con l’ace che chiude il discorso e riapre il match.

Nel terzo set la Top Volley non riesce a dare seguito al parziale precedente e cede 25-23. Sempre sotto nella prima parte del set (9-6, 11-7 e 12-9) sul 18-13, sotto di cinque punti, Kovac sostituisce Szwarc con Cavuto e la Top piazza un break di quattro punti con Randazzo al servizio (18-16) così i pontini passano dal -5 al -2 (20-18) ottenuto da Tillie e le cose sembrano andare meglio fino al 20-19 ma Verona riesce ad arginare il ritorno di Cisterna con i muri ma anche con Jaeschke che è un cecchino. Oltre alla bravura dei padroni di casa sono ancora gli errori dei pontini (in attacco e al servizio) a tenere a distanza Verona: sul 24-22 Randazzo annulla il primo set point ma i veneti riescono a chiudere 25-23.

Nel quarto set Cavuto resta in campo come opposto, con Szwarc che viene riposizionato al centro (il suo ruolo naturale) insieme a Krick. La Top Volley Cisterna parte alla grande, Verona ricuce nel finale ma i pontini s’impongono 24-26 con due punti in sequenza di Cavuto. La partenza è tutta dei pontini che con una fiammata piazzano uno 0-5, poi Verona prova a replicare ma è sempre Cisterna a guidare (6-12). La Top Volley chiude questo parziale con cinque muri punto, ma il set non è tutto in discesa perché Verona, dallo svantaggio di sette punti (12-19) riesce incredibilmente a recuperare fino al 23-23. Kovac chiama il time out per riorganizzare i suoi: sul 24-23 Szwarc annulla il match point, poi Cavuto regala il set point e ancora lo schiacciatore dei pontini mura Jaeschke regalando il tie-break al Cisterna.

Al quinto set la Top Volley Cisterna cambia campo avanti 7-8, poi al ritorno in campo Verona piazza due punti di break (9-8) poi Randazzo recupera (9-9) e Cavuto sbaglia il servizio (9-10) ma Randazzo rimette ancora tutto in equilibrio (10-10). Il gioco è equilibratissimo fino allo strappo di Verona che avanza 11-13 costringendo Kovac a spezzare l’inerzia con il time-out: Boyer trova l’ace dell’11-14 e Tillie contrattacca out per il punto che chiude il match.

NBV VERONA – TOP VOLLEY CISTERNA 3-2
NBV VERONA: Kaziyski 17, Magalini, Caneschi 11, Peslac ne, Aguenier 9, Asparuhov 3, Boyer 13, Spirito 2, Jaeschke 21, Kimerov, Zanotti ne, Donati ne, Bonami (lib.). All. Stoytchev.
TOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 8, Cavaccini (lib.), Rondoni, Sottile, Tillie 10, Seganov, Rossato ne, Rossi 5, Onwuelo, Randazzo 20, Krick 16, Szwarc 19. All. Kovac
Arbitri: Simone Santi e Dominga Lot
Parziali: 25-19 (27’), 26-28 (30’), 25-23 (29’), 24-26 (33’), 15-11 (18’)
Note: Verona: ricezione 52% (31), attacco 44%, ace 8 (err.batt.16), muri pt 12; Cisterna: ricezione 49% (23), attacco 45%, ace 2 (e


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.