LATINA – E’ morto questa mattina al Santa Maria Goretti dopo due settimane di agonia il sovrintende di Polizia Enzo Marino. Lavorava presso il commissariato di Terracina, ma faceva anche parte della protezione civile. Nel 2006 ricevette la medaglia d’oro al valore per essersi gettato nel fuoco per salvare una donna.
Dopo aver lottato per due settimane contro la malattia questa mattina è morto all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Aveva 49 anni.

«Il presidente – della Protezione civile di Cisterna – a nome di tutti i Volontari, esprime profondo cordoglio per la scomparsa del sovrintende Enzo Marino. Le più sentite condoglianze alla famiglia, alla Polizia di Stato ed i colleghi della Protezione Civile ‘Falchi’ di Fondi». Tantissimi i messaggi di cordoglio. Tutta la comunità si è stretta attorno alla famiglia per la perdita.

Enzo Marino – sindacalista Sap – era stato ricoverato prima all’ospedale di Fondi, poi al Dono Svizzero di Formia e infine a Latina dove ha passato le sue ultime ore di vita. Tutti lo ricordano come un uomo tutto d’un pezzo, coraggioso, e generoso, capace di gettarsi nel fuoco per trarre in salvo una donna: «Splendido esempio di spirito altruistico, elevate capacità professionali e altissimo senso del dovere», scriveva il Presidente della Repubblica in conseguenza al suo generoso slancio del 5 aprile 2003 a Itri.

Marino Ha lottato contro l’infezione per due settimane, ma non ce l’ha fatta. Lascia moglie e un figlio piccolo.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.