LAZIO – Continuano ad aumentare i contagi, i ricoveri e le terapie intensive. Da lunedì 17 gennaio, dopo il classico monitoraggio degli esperti è possibile un passaggio da zona gialla ad arancione.

Solo ieri si sono registrati 12.788 nuovi positivi, con un incremento di 3.348 rispetto alla giornata di lunedì e 65 pazienti ricoverati in più.  Se da una parte la campagna di vaccinazione corre, dall’altra la variante Omicron continua a circolare e a far registrare numeri da capogiro.

Dal 3 gennaio scorso la Regione è in zona gialla ma presto la cartina probabilmente sarà destinata a cambiare ‘colore’. Ancora una volta.

Al momento (e per fortuna), non c’è nessuna certezza, la speranza è che in questi giorni la situazione migliori e il ‘pericolo’ rientri.

In fascia arancione cambia ben poco per chi ha il Super Green Pass, per chi si è vaccinato o è guarito dal Covid. Infatti, con il Super Green Passe l’obbligo vaccinale per gli over 50, in realtà tutte le differenze tra le zone ‘colorate’ sono state quasi azzerate.

Discorso, diverso, per chi non ha il Green Pass: in questo caso, gli spostamenti verso altri Comuni della stessa Regione o verso altre sono consentiti solo per lavoro, necessità, salute con autocertificazione.

E ancora, chi ha il Green Pass nella versione ‘base’, quello che si ottiene con il tampone negativo, non potrà entrare nei negozi dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi, e non potrà effettuare corsi di formazione in presenza o praticare sport di contatto anche all’aperto. La mascherina in zona arancione, così come in fascia bianca (in vigore fino al 31 gennaio) e gialla, resta obbligatoria.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.