Luca Di Bella, il telecronista di Latina pronto per le Olimpiadi di Tokio 2021

4428

Ogni sera mi riempie di soddisfazione e orgoglio tutto pontino vedete Luca Di Bella impegnato su Rai2 come telecronista nei campionati mondiali di Londra di atletica leggera. Lo conosco fin da bambino, il papà Renato era il mio insegnante di educazione fisica al Liceo Grassi.
Luca è bravo, anzi è bravissimo. Laureato in scienza della comunicazione, ha poi seguito la scuola di giornalismo di Perugia. Nel 2011 i mondiali dell’atletica in Corea hanno registrato al microfono l’assenza di Franco Bragagna per un piccolo problema fisico. Ma Luca Di Bella lo ha sostituito in maniera egregia. Del resto lo avevamo già visto destreggiarsi con altrettanta naturalezza nelle mattinate degli europei di Barcellona 2010 ed ai non lontani europei indoor a Parigi.
Di Bella, come Bragagna, è cresciuto in Rai attraverso telecronache di slittino, come ha ricordato lo stesso Bragagna sulla pagina Facebook della Rai. Luca si è messo presto in evidenza ai microfoni di Raisport+ in una prova di Coppa del Mondo di slittino 2008/09 della stagione, nella pista piemontese di Cesana, vinta da Armin Zoeggeler.
Luca sa tutto di atletica, conosce anche il campione dei 100 metri del paese più sperduto al mondo. Lo vedi al tg di Rai Sport sicuro al microfono ed elegante nei modi, al Giro d’Italia, al basket femminile e maschile, al basket in carrozzina, play off scudetto, al biathlon – sci di fondo e carabina -, ad Anterselva in Alto Adige. Campionati italiani, europei, mondiali ed Olimpiadi sono piatto quotidiano per Luca Di Bella, campione di modestia.
Paolo Iannuccelli


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteDa Nino Pirozzi a Carlton Myers, i record da battere nel basket
Articolo successivoFondi. L’assessore Santina Trani dà nuovo impulso al rinnovamento del settore Demoanagrafico
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.