Moletto di San Jacopo imbrattato con scritte pro Palestina, subito ripulito: infuria la polemica

52
Le foto apparse questa mattina al moletto di San Jacopo - foto di Laura Lezza

LIVORNO – Questa mattina il moletto di San Jacopo, mecca di tanti livornesi che lo frequentano 365 giorni all’anno, si è risvegliato con una serie di scritte a bomboletta spray pro Palestina. Fra queste campeggiavano “FREE GAZA” e “CHIUSI PER GENOCIDIO”. Durante la mattinata il pronto intervento del Comune ha cancellato le scritte con della vernice bianca.

I social sono il teatro della polemica: “Il moletto è con Gaza, possono cancellare le scritte ma non 15.000 morti” scrive un’utente su Instagram. “Muri puliti, popoli muti” rilancia un’altra. Ma la polemica è infinita, i più delicati se la prendono con il rattoppo poco gradevole alla vista, alcuni ci scherzano su con la tipica ironia labronica: “Ci vorrebbe la stessa velocità ne tappare le buche”. Molti, invece, gridano alla censura. Sembra quasi una notizia nuova, ma una parte della città sventola la bandiera palestinese all’Armando Picchi da decenni.

Le foto apparse questa mattina al moletto di San Jacopo – foto di Laura Lezza
Le foto dopo la pulizia del moletto – foto di Laura Lezza

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.