Migliorare la conoscenza dei prodotti agroalimentari di qualità del territorio, favorendo il loro utilizzo da parte del consumatore e promuovendo gli stessi attraverso la creazione di una rete distributiva.

È questo l’obiettivo del bando di avviso pubblico pubblicato nella giornata odierna dal Settore V – Attività produttive e Suap, finalizzato all’affidamento della gestione di un mercato per la vendita diretta di prodotti a chilometro zero.

Entro 15 giorni dalla data di oggi (4 marzo 2021), possono presentare domanda e richiedere la gestione del mercato produttori agricoli associati, associazioni di categoria, associazioni di consumatori, associazioni di promozione sociale ed enti no-profit, presentando l’istanza completa di progetti e di tutta la modulistica, predisposta e pubblicata in Albo pretorio e sul sito istituzionale del Comune di Sabaudia (https://bit.ly/3ed9UvV). Una apposita commissione valuterà le domande pervenute tenendo conto di quattro criteri: la maggiore esperienza nell’organizzazione di eventi maturata negli ultimi 5 anni; la maggiore rilevanza riservata al territorio (comunale e provinciale) e alle realtà produttive in esso esistenti; le modalità di organizzazione e gestione dell’evento; l’attività pubblicitaria programmata.

Il mercato si terrà il secondo sabato di ogni mese in via Umberto I, con attività di vendita nella fascia compresa tra le ore 7.00 e le ore 13.00. Su richiesta dell’affidatario, l’Amministrazione comunale potrà prevedere ulteriori date nel caso di giornate significative ed eventi straordinari relativi al settore del mercato contadino. La gestione sarà affidata tramite la stipula di una convenzione della durata di 3 anni.

“Realizzare un mercato a chilometro zero significa dare il giusto risalto alle eccellenze agroalimentari del territorio, valorizzarne le peculiarità e offrire loro una vetrina privilegiata, vuol dire sostenere i tanti imprenditori locali che con grade passione si dedicano alla nostra terra, portando in alto il nome di Sabaudia e della provincia tutta, ma al contempo rappresenta un’opportunità di crescita e di educazione collettiva, ovvero un percorso di conoscenza dei prodotti del territorio – commenta l’assessore alle Attività Produttive Emanuela Palmisani –.

L’obiettivo ultimo è di conservare nel tempo quei sapori e saperi che identificano la nostra comunità: i nostri prodotti sono infatti il tratto distintivo dell’identità di un territorio, che merita di essere preservato e valorizzato, proprio come vogliamo fare con l’istituzione del marchio De.Co”.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.