L’ingresso canonico di quel che resta del Pronto Soccorso di una volta interdetto al transito con nastro segnaletico, il Punto di Assistenza Territoriale dell’azienda sanitaria locale trasferito all’interno del poliambulatorio, sito al civico n. 10 di via Conte Verde, nella stanza dell’ex ambulatorio di pneumologia.

“Senza uno straccio di autorizzazione che ne avalli lo spostamento, in locali peraltro inidonei allo svolgimento del servizio”, come tuona il dottor Franco Brugnola, promotore del Comitato per la Difesa del Punto di Primo Intervento di Sabaudia.

Il quale, attraverso una dettagliata lettera, inviata nella giornata odierna al sindaco Alberto Mosca e all’assessore alla Sanità, Anna Maria Maracchioni, chiede all’Amministrazione Comunale di Sabaudia un immediato e deciso intervento.

Un’ampia panoramica sulla situazione corrente, corredata di articoli di legge nazionale e regionale, decreti di Commissari ad Acta, requisiti organizzativi e finalità delle strutture in questione, dove non emerge traccia di atti e documenti che giustifichino né la soppressione o il ridimensionamento delle prestazioni del PPI di Sabaudia, né lo spostamento della sede.

“Ciò posto, atteso che non risulta che sia stato adottato alcun altro atto da parte della regione – si legge nella parte conclusiva della missiva – lo scrivente ritiene che il Punto di Assistenza Territoriale di Sabaudia debba proseguire a svolgere le funzioni svolte come Punto di Primo Intervento e che a tal fine debba mantenere gli stessi requisiti previsti dal citato Allegato n. 1 del DCA U00090 del 2010 mentre a seguito del trasferimento nei nuovi locali non risulta che ciò avvenga.
Chiedo pertanto di voler cortesemente intervenire per accertare la situazione e le eventuali responsabilità ai fini di quanto previsto dall’art. 12 della citata L.R. 4 del 2003”.

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.