Un Livorno ridicolo perde il treno per la serie D, di questo gruppo non deve restare nessuno

In serie D va il Pomezia, noi restiamo a guardare dall'inferno (e ce lo meritiamo)

257

LIVORNO – Un Livorno che soffre fin dall’inizio in una partita dai toni accesissimi. Dopo 15 minuti di stop e una sfiorata rissa nel primo tempo il Pomezia, in 10, passa avanti per 1-0. A quel punto gli amaranto, gruppo senza carattere di dilettanti allo sbaraglio, perde la testa e nonostante la superiorità numerica subisce il 2-0.

Arriva nel secondo tempo una timida risposta dal campo che si concretizza con un rigore di Vantaggiato, è 2-1. In virtù del 2-1 all’Armando Picchi si va ai supplementari. Dopo i primi 15′ giocati bene e qualche occasione il Livorno si spenge del tutto e nel secondo supplementare rischia di perdere in più frangenti ma resiste, si va ai rigori.

Dal dischetto inizia malissimo, il Toro di Brindisi sbaglia subito il primo rigore ma un grande Pulidori tiene vivi gli amaranto. Al sesto rigore Petronelli sbaglia, ma Pulidori fa il miracolo. Alla settima chance si presenta Ghinassi, che sbaglia malamente il rigore, Pulidori è stato bravo ma non è dio, il Livorno resta meritatamente in Eccellenza, adesso serve fare tabula rasa di questa squadra vergognosa, in serie D ci va il Pomezia.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.