Inflazioneda Costi- Stagflazione

51

In Italia, piuttosto che altrove, stiamo assistendo ad un fenomeno sempre più crescente che si chiama: INFLAZIONE DA COSTI.

Non siamo nuovi a questo fenomeno. Chi tra noi è dotato di ottima memoria la ricorderà negli anni settanta.

Oggi come allora, aumento dei prezzi di energia, prodotti ed alimentari. Da allora però nulla è stato posto in essere a che tale situazione non potesse ripetersi nel tempo.

Il problema dunque non è solamente ed unicamente di natura squisitamente economica, ma anche di natura politica, e non solo o solamente a livello Italia. Sale il prezzo delle materie prime, e del costo della vita e diminuisce il consenso, ed inoltre, la stagflazione, che come recita il dio Web è: “Concomitanza, in un ciclo economico, dei due fenomeni di stagnazione (recessione) e d’inflazione.”

Prezzi che calano, tenore di vita in diminuzione, assenza di crescita ed aumento della disoccupazione.

Questo lo scenario possibile, non certamente auspicabile.

Dunque. Gestire la “ cosa pubblica “, certamente non è facile e presta il fianco sicuramente a critiche e giudizi di parte.

Pur tuttavia non è impossibile non ricordare uomini che hanno fatto la storia ed ai quali necessita sicuramente rifarsi per soluzioni e credibili e sicuramente attuabili, lì ove si volesse.

Alcide De Gasperi. Altiero Spinelli. Jean Monnet. Robert Schuman. Joseph Bech. Konrad Adenauer. Paul-Henri Spaak.
O citare uomini che hanno dato lustro ed impulso alla nostra economia.

Ferrari, Salvarani, Olivetti, Ing. Romeo, Francesco Cirio, Mattei, Mattioli. Solo per citarne alcuni.
Industrie come Fiat, Montedison, Ansaldo ed Ilva, sempre per citarne solamente alcune.
Ho avuto insegnanti, conosciuto filosofi, economisti, matematici, giuristi. Ricordo un solo verbo usato da tutti: “ Sbrigarsi “.

Non abbiamo più tempo. Credo che ai nostri politici, economisti, uomini di azienda, come del resto ai loro colleghi europei, vada ricordato l’insegnamento e gli ideali di quelle persone, Statisti e Uomini di Valore.

Non è certamente una diminutio, ma piuttosto riconoscere la validità di quegli ideali ed insegnamenti.

Da soli non v’è futuro.

Marco Isone


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedentePresentazione del libro “Storia nascoste di Latina parte II – Le altre carte giudiziarie” di Andrea Stabile
Articolo successivoEcce Moro