ANZIO – Dopo Adam Ed Drissi, 20 anni, e Ahmed Ed Drissi, 25 anni – i due fratelli di origini magrebine accusati dell’omicidio del giovane Leonardo Muratovic ad Anzio –, un terzo ragazzo di Aprilia è stato arrestato lo scorso sabato per l’accoltellamento di Muratovic la notte tra il 16 e 17 luglio scorsi ad Anzio.

La Squadra Mobile di Roma e il locale Commissariato, infatti, hanno dato esecuzione ad un provvedimento cautelare in carcere emesso dal gip del Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura, nei confronti di O.H.A., 27enne di origini tunisine ma nato, cresciuto e residente ad Aprilia, gravato da pregiudizi di polizia per lesioni personali e violazione della legge sugli stupefacenti.

Quest’ultimo sarebbe coinvolto nella morte del giovane pugile di Aprilia, ucciso davanti al locale “La Bodeguita” sulla Riviera Vittorio Mallozzi intorno alle 2 di notte. Quest’ultimo era stato colpito da una coltellata all’addome al culmine di un lite e, trasportato in gravissime condizioni dal 118, morì appena giunto al pronto soccorso dell’ospedale Riuniti di Anzio. Fatale per Leonardo l’aver perso molto sangue, con la lama che aveva colpito un’arteria vitale e che gli causò una gravissima emorragia.

Il tunisino è accusato di aver preso parte all’accoltellamento di Muratovic, anche se su quanto sia accaduto effettivamente al di fuori del locale e su chi sia stato effettivamente a sferrare il fendente mortale con il coltello non si hanno certezze: i 3 soggetti di origini magrebine sono tutti gravemente indiziati per aver aggredito con pugni e schiaffi Muratovic, per poi colpirlo con armi da taglio al petto ed al fianco, cagionandone la morte.

In particolare fu Ahmed Eddrissi a confessare qualche settimana fa di aver sferrato la coltellata al petto che ha provocato il decesso della vittima, mentre il fratello Adam e l’ultimo arrestato sarebbero stati sempre presenti e partecipi sin dall’inizio delle prime minacce proferite alla vittima – tanto che il trio venne anche ripreso successivamente da una telecamera del Comune di Anzio presente in zona mentre fuggivano insieme.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.