Tunisino aggredisce una donna con la moka, poi sputa e aggredisce i Poliziotti, arrestato e portato in carcere

Cinque i Poliziotti finiti in ospedale

30

LIVORNO – Alle ore 7 di ieri, su richiesta del 118, una volante è stata inviata in via Garibaldi, a seguito di un’aggressione ai danni di una signora presso la sua abitazione da parte di un uomo a lei conosciuto.

Sul posto è stato accertato che la donna era stata portata in ospedale a seguito di una lite degenerata, la signora era stata infatti vittima di violente percosse con l’uso di una caffettiera moka ad opera di una persona conosciuta, dall’ospedale la vittima ha richiesto subito di procedere con la querela.

L’uomo, raggiunto dagli agenti, ha riferito di essere stato aggredito dalla donna e di essersi semplicemente difeso. Gli uomini della Polizia dopo un attento controllo hanno accertato a suo carico vari precedenti penali con vari ordini del questore rimasti inottemperanti, a seguito di ciò è stato portato in caserma.

A questo punto però l’uomo ha mostrato un  atteggiamento violento, aggressivo e non collaborativo, inveendo contro gli operatori di polizia con calci, pugni e rivolgendo sputi di saliva mista a tracce di sangue. Contemporaneamente a questi episodi l’uomo è riuscito a strapparsi un braccialetto di metallo dal polso, minacciando di ingoiarlo. Con non poca difficoltà i poliziotti sono riusciti a bloccarlo e condurlo in caserma. A seguito di una perquisizione  è stato trovato in possesso di un portafoglio con 360,00 Euro, gr. 9.84 di cocaina, 2 cellulari. Cinque i poliziotti che a seguito delle aggressioni  e delle resistenze sono dovuti andare in ospedale per essere medicati.

Il cittadino tunisino è stato arrestato per violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale , nonché  lesioni aggravate  nei confronti della  signora italiana ed interruzione di pubblico servizio; deferito altresì in s.l.  ai sensi art. 73 dpr.309/90 .Su disposizione del PM di turno è stato portato direttamente in carcere.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.