Nel basket di serie A2 momento magico per l’Eurobasket Roma che punta molto in alto

32

Eurobasket Roma è la grande sorpresa della serie A2 di basket girone rosso. La squadra di coach Pilat ha vinto in trasferta sul campo della Stella Azzurra 87-74, confermando un momento d’oro e il quarto posto in classifica con 24 punti. Il prestigioso e autorevole quotidiano economico il Sole24Ore ha dedicato nei giorni scorsi un ampio e dettagliato servizio sul club capitolino in forte ascesa. Riportiamo alcuni stralci dell’interessante articolo che cerca di spiegare i motivi del boom dell’Eurobasket nel mondo dei canestri.
“La discrasia di movimenti economici tra A2 e A1 è significativa, anche a causa dell’assenza dalla serie cadetta di grandi marchi invece presente in A1 come il Gruppo Armani a Milano e Segafredo a Bologna, sponda Virtus. È proprio la Capitale a far ben sperare. Dopo il ritiro della Virtus Roma, società romana con alle spalle 60 anni di storia, si aprono nuovi scenari per la pallacanestro e per l’economia legata a questo sport nella Capitale. A Roma però, nonostante l’annata condizionata dall’emergenza sanitaria, si sogna in grande: «L’assenza di indotto legato al botteghino – spiega Emilio Gisondi, vicepresidente di Eurobasket Roma – ha pesato, e molto, nella definizione del budget. Noi abbiamo potuto sopperire a tale mancanza grazie all’impegno degli sponsor che, in questa stagione, si sono fatti carico dell’80% del nostro budget, consentendo alla società di poter programmare l’anno con una serenità economica che, a causa della pandemia, non deve essere data per scontata. I nostri partner hanno confermato, con i propri investimenti, che Eurobasket Roma è una società con grande ambizione e che punta a una crescita costante nei prossimi anni».
Crescita che, in parte, è già attuale: «Abbiamo raccolto il testimone – continua Gisondi – per quanto riguarda la pallacanestro a Roma di alto livello. Conseguentemente, l’esposizione mediatica della società e dei suoi partner commerciali è sensibilmente aumentata. Ci siamo fatti trovare pronti a reagire, ma ciò non ci esonera dal dover effettuare delle profonde analisi sullo stato attuale del basket in Italia. Il sistema economico legato alla pallacanestro non potrà ripartire pienamente senza un piano di incentivi statali legati alla defiscalizzazione per gli investitori e alle agevolazioni finanziarie per esempio nei rapporti con gli istituti di credito».
Analisi ripresa dal presidente di Eurobasket Roma: «Nella definizione del budget per la stagione – sottolinea Armando Buonamici – si è reso necessario abbattere alcuni costi accessori, a fronte di una inevitabile riduzione delle entrate complessive. Sapevamo, altresì, che un costo fisso di quest’anno sarebbe stato legato alla spese sanitarie per la sicurezza di staff e atleti: sanificazioni e tamponi ogni 3 giorni, questo è un ambito in cui non si deve badare al risparmio. Abbiamo effettuato, dunque, un’analisi approfondita sulle risorse umane di cui disponevamo, preferendo investire sulle professionalità locali, quelle che abbiamo formato internamente negli anni: siamo l’unica squadra che può vantare 6 giocatori di rotazione interamente cresciuti nel settore giovanile, allenati dal più giovane coach di tutta la Serie A2, anch’esso formatosi nella nostra società. Siamo quarti in classifica – continua il presidente – e in piena corsa per un piazzamento nei playoff, che sarebbero i primi della storia di Eurobasket Roma nella categoria: le nostre scelte estive stanno pagando dividendi importanti».


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.





Articolo precedentePermessi in Ztl per accompagnare gli anziani a vaccinarsi, le agevolazioni del comune per facilitare gli over 80
Articolo successivoLivorno calcio: situazione sempre più critica. Esonerato Dal Canto, in panchina arriva Marco Amelia
Paolo Iannuccelli
Paolo Iannuccelli è nato a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 2 ottobre 1953, risiede a Nettuno, dopo aver vissuto per oltre cinquant'anni a Latina. Attualmente si occupa di editoria, comunicazione e sport. Una parte fondamentale e importante della sua vita è dedicata allo sport, nelle vesti di atleta, allenatore, dirigente, giornalista, organizzatore, promoter, consulente, nella pallacanestro. In carriera ha vinto sette campionati da coach, sette da presidente. Ha svolto attività di volontariato in strutture ospitanti persone in difficoltà, cercando di aiutare sempre deboli e oppressi. É membro del Panathlon Club International, del Lions Club Terre Pontine e della Unione Nazionale Veterani dello Sport. Nel basket è stato allievo di Asa Nikolic, il più grande allenatore europeo di tutti i tempi. Nel giornalismo sportivo è stato seguito da Aldo Giordani, storico telecronista Rai, fondatore e direttore della rivista Superbasket. Attualmente è presidente della Associazione Basket Latina 1968. Ha collaborato con testate giornalistiche locali e nazionali, pubblicato libri tecnici di basket e di storia, costumi e tradizioni locali Ama profondamente Latina e Ponza, la patria del cuore.