Non è buona la prima. Il Livorno piegato dall’Alessandria al 92′ su calcio di rigore

56
Il rigore che ha deciso la sfida - foto di Salvatore Ciotta

LIVORNO – Un debutto amaro quello di Marco Amelia sulla panchina del Livorno Calcio, finisce 0-1 per l’Alessandria, gli ospiti spezzano gli amaranto con un tiro dagli undici metri al secondo minuto di recupero.

Una partita non proprio emozionate in cui il Livorno ha saputo tenere testa alla sesta della classe, ma non è bastato, troppi errori e la tensione finale portano ad un triste epilogo e l’ultimo posto si consolida. La partita è alla pari e il Livorno imposta dignitosamente. Dopo un botta e risposta la prima occasione gol è dei ragazzi di mister Amelia quando, al 19′, Evan’s dalla sinistra mette dentro, la difesa non è reattiva ma Parisi con il destro spara alto da buonissima posizione. Non succede praticamente nient’altro.

Foto Salvatore Ciotta

Se il primo tempo non è particolarmente emozionante, il secondo è quasi soporifero.

La prima chance della ripresa arriva al 60′ ed è per il Livorno, che ci prova dalla distanza con Mazzarani ma la botta è centrale e Pisseri respinge di pugno. Dopo diversi minuti sono gli ospiti a spaventare, Bruccini ha la palla buona all’84’quando dall’altezza del dischetto riceve bene dalla destra ma sbuccia del tutto la sfera che finisce lentamente tra le braccia di Neri.

Al primo minuto di recupero, l’episodio che segna gli amaranto

Arrighini entra in area e cade a terra dopo il fallo commesso dall’ex Sosa. L’arbitro indica il tiro dagli 11 metri, con Eusepi che si incarica della battuta. La trasformazione è perfetta, con il bomber che spiazza Neri e regala così i tre punti a una spenta Alessandria.

Ma il Livorno ha saputo gestire e controllare contro una formazione superiore, in una partita in cui i padroni di casa non hanno saputo essere particolarmente propositivi, ma in cui l’Alessandria non meritava la vittoria. Adesso per Amelia è tutto in salita, il Livorno resta là, sotto a tutti, con la Lucchese che fa punti e noi che non sappiamo neanche più come si faccia.

Foto Salvatore Ciotta

LE FORMAZIONI

Livorno (3-5-1-1): Neri; Marie-Sainte (dal 10′ st Nunziatini), Sosa, Deverlan; Parisi, Bussaglia (dal 1′ st Buglio), Castellano (dal 33′ st Irace), Gemignani, Evan’s; Mazzarani; Bueno (dal 33′ st Caia). A disp. Stancampiano, Paci, Dubickas, Pallecchi, Bobb, Cremonini, Canessa. All. Amelia.

Alessandria (3-5-2): Pisseri; Prestia, Cosenza (dal 33′ st Di Gennaro), Sini (dal 33′ st Gazzi), Parodi, Casarini, Giorno (dall’11’ st Bruccini), Chiarello (dall’11’ st Di Quinzio), Celia; Corazza (dall’11’ st Arrighini), Eusepi. A disp. Crisanto, Crosta, Podda, Poppa, Bellodi, Rubin, Stanco. All. Longo.

Arbitro: Zufferli di Udine

 

 


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.