Al via il Bando Innovazione 2024 per micro e piccole imprese e per le start up giovanili e femminili

Fino al 30 giugno

90

LIVORNO – Anche per il 2024 arriva il bando pubblico del Comune di Livorno per il sostegno dell’innovazione e dello sviluppo tecnologico e digitale per le start up giovanili e femminili delle micro e piccole imprese. A disposizione dei soggetti beneficiari 150 mila euro fino al prossimo 30 giugno sotto forma di contributi a fondo perduto rivolti anche ai liberi professionisti. Il contributo sarà erogabile per interventi tecnologici digitali e innovativi per un massimo di 10 mila euro e un importo minimo delle spese ammissibili al netto dell’Iva non inferiore ai 3 mila euro per le microimprese e a 5 mila per le piccole imprese. La percentuale dell’erogazione varia dal 50 per cento al 60 con premialità dedicata alle start up giovanili e femminili. La procedura sarà valutata in base all’ordine cronologico della presentazione delle domande fino ad esaurimento delle risorse. Le precedenti edizioni del bando dal 2020 al 2023 presentano un totale di fondi erogati pari a un milione di euro di cui hanno usufruito 158 aziende, in maggioranza operanti nei settori professionali, tecnici e scientifici (44), del commercio all’ingrosso, al dettaglio e on line (34) e dei servizi di informazione e comunicazione (35). Gli investimenti sostenuti sono stati erogati a sostegno di interventi di digitalizzazione, acquisto beni materiali e immateriali, sviluppo smart working e presenza sul web. I dettagli del bando innovazione 2024 sono consultabili on line sul sito del Comune di Livorno. Alla presentazione ufficiale di questa mattina a Palazzo Comunale sono intervenuti il sindaco Luca Salvetti, l’assessore al lavoro Gianfranco Simoncini e la responsabile dell’Ufficio Finanziamenti Comunitari, dello Sviluppo Economico e Sportello Europa Katia Le Rose.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteTerribile schianto alle porte di Latina Scalo: due donne trasferite in codice rosso in ospedale
Articolo successivoContratto da 126 milioni per la produzione di idrogeno alla raffineria Eni
Divento giornalista pubblicista nel 2012 lavorando per Il Tirreno per quattro anni e mezzo nella redazione della cronaca di Livorno, in seguito faccio varie esperienze personali sempre volte ad accrescere la mia esperienza professionale. Ho collaborato con più di un giornale on line, guidandone alcuni, ho lavorato come addetto stampa nel campo della politica, dello sport e dello spettacolo, attualmente affianco la professione giornalistica a quella di scrittore.