Diciannove aziende hanno mostrato interesse per realizzare il parco giochi intitolato a Kyra Bartoli

I finanziamenti sono di 250 mila euro di cui 50 mila provengono dalla raccolta fondi di Mario Bartoli

67

LIVORNO – Nuovo decisivo passo in avanti per la realizzazione del parco giochi inclusivi per bambini disabili in Banditella. Sono 19 le aziende che hanno mostrato interesse per la messa in opera del bando comunale per la realizzazione del progetto che avrà luogo in via Puini. Il parco verrà costruito con 250 mila euro di finanziamento di cui 50 mila appartengono alla raccolta di fondi in beneficenza di Mario Bartoli che dopo la scomparsa del figlio Christian a soli 17 anni si è dedicato anima e corpo ai bambini disabili insieme alla canina Kyra, poi diventata una star nazionale. Proprio a Kyra sarà intitolato il nuovo parco e una sua statua sarà realizzata per ricordarla.


Questo il progetto nel dettaglio: Il parco Lenci e il parco Puini Ceron (parco Banditella) costituiscono un’area verde delimitata ad ovest dal viale di Antignano e ad est dal terreno della pizzeria Acquaria. Tutta l’area è attraversata dalla via Puini, che divide in maniera netta il parco Lenci dal parco Puini Ceron.
I due parchi sono organizzati con percorsi pedonali, aree pavimentate e attrezzature ludiche in legno recentemente installate, tra cui una teleferica e un gioco con due torrette.
Il progetto prevede una riqualificazione complessiva dell’esistente e la creazione di nuove aree attrezzate, un “parco inclusivo” aperto alla fruizione di più utilizzatori, anche per fasce differenti di età. La realizzazione di nuovi elementi determinerà una complessiva rivisitazione compositiva ed architettonica dell’intero parco.
Nella parte prospiciente il viale di Antignano, la suddivisione per aree differenziate in base all’utilizzo prevede: un’area sensoriale e relax, pavimentata con elementi di tipo naturale come legno, ghiaia, cippato, sabbia; un’area sosta attrezzata con tavoli e sedute in legno; un’area giochi per bambini dove è previsto di integrare la struttura e le altalene esistenti con altre attrezzature inclusive (gioco complesso con rampe di accesso, girello inclusivo, telefono senza filo e campana con scritte in braille), connettendo quest’area gioco con quella dove è già stata posizionata la teleferica. Intorno alla teleferica non sono previsti interventi se non la semplice delimitazione con alberi ed essenze arboree. Nella parte ad est (Puini Ceron) è prevista la creazione di un campo da basket inclusivo (baskin) con pavimentazione in cemento, il ripristino dell’esistente area pavimentata in porfido con installazione di tavoli da ping pong e panchine con scacchiera, la creazione di un’area giochi per adolescenti con installazione di scivolo collinare, periscopio e gioco di equilibrio su pali. Sempre in quest’area, nell’ambito di un altro progetto volto a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici (Programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano), è prevista la realizzazione di altri giochi inclusivi e la messa a dimora di 130 alberi.Il percorso di collegamento tra il viale di Antignano e via Puini sarà sistemato, con ampliamento del vialetto e realizzazione di sedute tramite gradoni in cemento e mattoni.


News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.



Articolo precedenteUn altro appuntamento da Wonder, il ristorante che sostiene i più fragili, venerdì c’è Roberto Tessari con i suoi docufilm
Articolo successivoPiepergate, Bonfrisco-Abbruzzese (Lega): “Esito della vicenda conferma il metodo delle nomine alla Commissione di Ursula von der Leyen completamente allo sbando.”
Divento giornalista pubblicista nel 2012 lavorando per Il Tirreno per quattro anni e mezzo nella redazione della cronaca di Livorno, in seguito faccio varie esperienze personali sempre volte ad accrescere la mia esperienza professionale. Ho collaborato con più di un giornale on line, guidandone alcuni, ho lavorato come addetto stampa nel campo della politica, dello sport e dello spettacolo, attualmente affianco la professione giornalistica a quella di scrittore.