Fiamme Oro Sabaudia ancora sul tetto del mondo della canoa.

Daniele Santini e Nicolae Craciun si vestono d’iride ai campionati mondiali di velocità conclusisi ieri a Copenaghen nel C2 500 metri, la nuova distanza olimpica che nel 2024, ai Giochi di Parigi, andrà a sostituire il C2 1000.

I ragazzi di Sabaudia s’impongono al termine di una gara emozionante che li vede sfrecciare in testa al traguardo con appena 3 decimi di secondo sull’equipaggio ungherese di Jonatan Hajdu ed Adam Fekete, argento in 1:40.20, con il terzo posto che va ad appannaggio della Russia (Viktor Melantev e Vladislav Chebotar).

Un successo che l’Italia della pagaia aspettava da vent’anni, da quando cioè Josefa Idem sul bacino di Poznan si appropriò della vittoria in K1 sia 500 che 1000.

Ma non finisce qui la splendida partecipazione degli atleti in cremisi: ad arricchire il già prestigioso medagliere societario contribuisce il bronzo, conquistato ex aequo con il moldavo Oleg Tarnovschi, di Carlo Tacchini nel C1 500 metri, alle spalle del tedesco Conrad Scheibner e del ceco Martin Fuksa.

L’oro di Santini-Craciun e il bronzo di Tacchini giungono a solo due settimane di distanza dal sorprendente titolo iridato under 23, acquisito con pieno merito dal giovane Gabriele Casadei nella canoa biposto C2 metri 1000 a Montemor (Portogallo).

Risultati che ancora una volta danno testimonianza fedele del massiccio spessore della scuola remiera del Gruppo Sportivo Polizia di Stato-Fiamme Oro, plurimedagliato a Tokyo con il canottaggio ed ora pluri-iridato anche nella canoa, grazie ad uno staff tecnico di prim’ordine, coordinato da due validissimi professionisti: Alessandro Ventriglia, tecnico della squadra senior, e Silvio La Macchia, direttore tecnico del settore,

News-24.it è una testata giornalistica indipendente che non riceve alcun finanziamento pubblico. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi aiutarci nella nostra missione puoi offrici un caffè facendo una donazione, te ne saremo estremamente grati.